Prevenzione in vista, ritorna la settimana del glaucoma

glaucoma-simulazione-visione_tubulare-web_ok.jpg

Dall’11 al 17 marzo alla ricerca del “killer” silenzioso della vista con iniziative gratuite in 94 città italiane. Livia Azzariti testimonial

settimana-glaucoma-icona-2018-rm-risorgimento-400_pixel-07.jpgSi è conclusa con una vasta partecipazione dei cittadini la Settimana mondiale del glaucoma. In Italia hanno partecipato novantaquattro città con tante iniziative gratuite: distribuzione di opuscoli informativi, convegni a carattere oculistico e controlli oftalmici gratuiti in molte località per chi aveva più di 40 anni. Questo è stato il “menù” dell’appuntamento di quest’anno, che si è svolto dall’11 al 17 marzo 2018. La Giornata è stata promossa, nel nostro Paese, dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus [[in collaborazione con le sezioni provinciali dell’UICI e i Comitati della stessa IAPB]].

Il glaucoma è la prima causa di cecità irreversibile al mondo e per questo è un temibile “killer” della vista: secondo l’OMS colpisce circa 55 milioni di persone, tra i quali si stimano oltre un milione di malati in Italia (di cui solo la metà lo sa), mentre 25 milioni hanno già perso le proprie capacità visive per questa patologia che generalmente è cronica. Spesso non dà neanche sintomi: in genere una pressione oculare troppo elevata danneggia “silenziosamente” il campo settimana-glaucoma-2018-rm-risorgimento-10-check-up_oculsitico_gratuito-300_pixel.jpgvisivo, che si restringe a partire dalla periferia fino a una visione a cannocchiale e, nei casi peggiori, all’oscurità completa.

Tuttavia una diagnosi tempestiva consente generalmente di salvare la nostra vista, il senso che ci fornisce più informazioni sul mondo circostante. Spesso basta infatti un check-up oculistico comprensivo di tonometria (misurazione della pressione interna all’occhio) per “risolvere” il problema: il più delle volte viene prescritta una terapia a base di colliri specifici [detti ipotonizzanti perché abbassano la pressione dell’occhio (il “tono oculare”). Esistono però anche altre opzioni, tra cui quella chirurgica ([vedi trabeculectomia)]].

settimana-glaucoma-2018-rm-risorgimento-3-umo.jpgNon solo si sono tenuti check-up oculistici gratuiti a bordo di Unità mobili oftalmiche (una quindicina in tutta Italia), ma hanno aderito alla settimana mondiale anche alcuni ospedali e ambulatori italiani [per l’elenco consultare la pagina www.iapb.it/settimanaglaucoma]]. In tutto sono una cinquantina le città dove si sono svolti anche controlli oculistici gratuiti, compreso il [Policlinico A. Gemelli di Roma (Open Day presso l’ambulatorio di Oculistica).

Per prevenire i danni al nervo ottico (causati spesso dalla pressione oculare troppo elevata) bisogna conoscere bene il proprio stato di salute oculare sottoponendosi a controlli periodici. Come ricorda Livia Azzariti [[giornalista Rai e medico]], testimonial della campagna inaugurata l’11 marzo a Roma: “È la tua vista, tienila stretta”!

Guarda il video