Se i diabetici saltano la visita

retinopatia_diabetica_visione_alterata-macchie-tablet-web-300pix.jpg

Negli Usa il 58% dei diabetici non si sottopone a controllo oculistico annuale: rischiano seri danni retinici

retinopatia_diabetica_visione_alterata-macchie-tablet-web-300pix.jpgLa vista corre troppi rischi senza l’oculista. Soprattutto per i diabetici – che devono tenere sotto controllo la glicemia [concentrazione di zuccheri nel sangue, ndr]] – il controllo oculistico annuale è doveroso (oltre a quello del diabetologo). Tuttavia molti americani si trascurano: l’American Academy of Ophthalmology (AAO) denuncia che il 58% dei diabetici non si reca annualmente dallo specialista degli occhi, che può individuare precocemente eventuali “firme” del diabete sulla retina (segni di [retinopatia diabetica).

Eppure, scrive l’AAO, “le persone con diabete hanno un maggiore rischio di sviluppare gravi malattie oculari”, che nei casi estremi possono causare ipovisione o cecità. Senza parlare di altri possibili danni agli organi vitali se il diabete è scompensato (cardiaci, cerebrali, renali, ai piedi, ecc.).

Cosa hanno fatto i ricercatori

I ricercatori – collaboratori del Centers for Disease Control and Prevention – hanno esaminato quasi 2000 persone dai 40 anni in su. Hanno rilevato, nel corso di quattro anni, che gli “affetti da retinopatia diabetica avevano una probabilità del 30 per cento superiore che si sottoponessero nuovamente a controllo oculistico”.

“Pandemia” diabete, serve più prevenzione

Scrive l’American Academy:bandiera-usa-animata-2.gif

Un americano su dieci è affetto da diabete [[invece nel mondo, secondo l’OMS, i diabetici sono 422 milioni. In Italia le stime variano tra i 3 e i 5 milioni (quest’ultima cifra tenendo conto anche dei non diagnosticati), ndr]] e corre un rischio maggiore di disabilità visiva a causa della retinopatia diabetica ([importante] patologia oculare). La malattia può portare anche ad altre complicanze oftalmiche che, se non trattate in tempo, possono portare a cecità. Fortunatamente esaminare almeno annualmente il fondo oculare con dilatazione della pupilla consente, nel 95 per cento dei casi, di prevenire la perdita della vista correlata al diabete.

Le persone con patologie meno gravi e senza problemi oculari è meno probabile che seguano le raccomandazioni degli oculisti. Ha dichiarato Ann P. Murchison (Wills Eye Hospital, Usa):

La perdita della vista è tragica, specialmente quando è prevenibile. Questo è il motivo per cui vogliamo sensibilizzare e rassicurare le persone con diabete, in modo che comprendano l’importanza delle visite oculistiche regolari.

Fonte: AAO