Raggi UV: come proteggersi

uv

Tutte le persone sono esposte quotidianamente ai raggi solari. Senza un’accurata protezione, i danni provocati dal sole possono causare malattie gravi e in alcuni casi irreversibili. Per questo è necessario comprendere quando e come proteggersi dai raggi UV.

I raggi solari sono necessari alla vita sul nostro pianeta, ma esporsi quotidianamente ad essi senza le dovute precauzioni, può provocare danni alla salute e alla vista. Proteggersi dalle radiazioni solari è, quindi, fondamentale, anche quando non c’è esposizione diretta alla luce.

I raggi UV possono riflettersi sulle superfici: acqua, sabbia, neve o qualsiasi altro piano di colore chiaro, possono riversare i raggi ultravioletti che di conseguenza andranno a colpire, inconsapevolmente, i nostri occhi. L’ombra, infatti, riduce solo il 50% delle radiazioni, come anche la pioggia.

Un’esposizione non protetta può provocare reazioni come la fotosensibilità, congiuntiviti, ustioni della cornea ed essere un fattore di rischio per l’insorgenza di cataratta e maculopatie.

La cornea fa da primo filtro per le radiazioni luminose ed è quindi la prima struttura ad essere potenzialmente danneggiata.

E’ importante proteggere anche gli occhi dei bambini, soprattutto quando sono all’aria aperta nelle ore di maggiore esposizione alla luce solare.

Le stesse precauzioni dovrebbero valere per gli anziani, che soffrono maggiormente di fotofobia ed in particolare per coloro che si sono operati di cataratta.

Da non dimenticare anche gli adulti e gli sportivi, perché la protezione dall’eccessiva esposizione alla luce solare è necessaria a tutti quando si è a contatto diretta con essa per molte ore al giorno.

Il metodo più efficace di protezione dei nostri occhi è l’utilizzo di occhiali con lenti da sole.

Le lenti scure, oltre a ridurre la percezione della luce, assorbono tutta la radiazione dei raggi UV e, inoltre, possono essere utilizzate anche per la protezione di occhi con malattie quali la retinopatia, la cataratta e la maculopatia.

Le lenti possono presentare un filtro colorato di verse sfumature: verde, grigio, marrone e a specchio. Affinché la lente possa effettivamente portare benefici è importantissimo che sia conforme alla normativa di settore che impone, dal 1° luglio 1995, l’affissione dell’etichetta con l’indicazione del potere filtrante e il marchio CE (UNI-EN- ISO 1836).

Per quanto concerne la protezione degli occhi dei bambini, è opportuno utilizzare lenti infrangibili con filtro grigio o marrone, che hanno il potenziale di filtraggio pari al 100% ma non interferiscono con la percezione dei colori. È fondamentale che la copertura dell’occhio sia globale in modo da coprire tutto il campo visivo.

Da non dimenticare altre tipologie di protezione come, ad esempio, l’utilizzo di un cappello con ampia visiera

La zona d’ombra creata dal cappello diminuirà notevolmente l’esposizione degli occhi alla luce solare.

È fondamentale ricordare di usufruire di tali protezioni ogni qualvolta ci sia una forte illuminazione, quindi al mare, in montagna, all’aria aperta o nelle ore di maggiore esposizione alla luce solare (anche filtrata dalle nubi): tra le 10:00 e le 14:00.