Vai al contenuto

Vai alla home di Iapb Italia onlus

Dona oraSostienici con il 5x1000

Eventi

Polo Nazionale

Decennale del Polo Nazionale

Il 13 dicembre al Gemelli i racconti dei camici bianchi e dei pazienti ipovedenti: una giornata celebrativa con tanto di check-up oculistici gratuiti

Giovedì 13 dicembre 2018 si è celebrato il decennale delle attività del Polo Nazionale di Servizi e Ricerca per la Prevenzione della Cecità e la Riabilitazione Visiva degli Ipovedenti, con tanto di racconto dei suoi protagonisti: dai medici oculisti alle persone ipovedenti. È stata una giornata di festa: sono state raccontate e condivise esperienze di vita di persone di diverse età, dai piccoli fino agli anziani, in compagnia delle famiglie.

In quest’ampia cornice si sono svolti controlli oculistici gratuiti: nella Hall del Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS è stato sufficiente recarsi direttamente - senza prenotazione telefonica preliminare - al desk informativo dedicato presente all’ingresso (IV piano). Sono stati, in particolare, due i corner dedicati dove si sono stati effettuati check-up con oculisti e ortottisti dalle 10 alle 12:30: un angolo è stato dedicato ai bambini e l’altro agli adulti.

La giornata – moderata dalla giornalista Nicoletta Carbone di Radio 24 [1] affiancata dal dott. Amore – è stata articolata in vari momenti a partire dalle 10 del mattino: dopo una breve presentazione, ha portato i suoi saluti il Presidente della IAPB Italia onlus, che ha fondato il Polo Nazionale e attualmente lo presiede, l’avv. Giuseppe Castronovo.

Il Polo è un Centro meraviglioso, fondamentale per la riabilitazione visiva e la prevenzione della cecità. Noi non vogliamo che altre persone diventino cieche: né bambini, né adulti, né anziani.

È intervenuta poi la dott.ssa Giuseppina Rizzo (Ministero della Salute) e sono stati invitati a parlare sia l’ex Direttore della Clinica Oculistica, il prof. Emilio Balestrazzi, nonché l’attuale Direttore, il prof. Aldo Caporossi. Quindi si è spiegato il ruolo internazionale del Polo – quale unico Centro di Collaborazione OMS per la riabilitazione visiva sin dal 2013 – e della riabilitazione dei bambini attraverso le voci del Direttore del Polo, il dott. Filippo Amore, dell’oculista Romina Fasciani (Gemelli) e del prof. Eugenio Mercuri (Direttore di Neuropsichiatria infantile del Gemelli).

Nella seconda parte della mattinata, invece, sono intervenuti Stefania Fortini (psicologa e psicoterapeuta, Vicedirettrice del Polo), Daniela Ricci (neuropsichiatra infantile) e Simona Turco (oculista del Polo Nazionale). La giornata è stata arricchita non solo da intervalli musicali con esibizioni anche dal vivo, ma anche da un’esposizione di dipinti e sculture dei pazienti.

[1Il Polo infatti rappresenta un modello apprezzato e imitato a livello internazionale che ha, indubbiamente, creato un nuovo modo di concepire e utilizzare la riabilitazione, restituendole un ruolo centrale nella strategia di cura e nella lotta all’ipovisione (aiutando i pazienti fragili)

Pagina pubblicata il 5 dicembre 2018. Ultimo aggiornamento: 14 dicembre 2018


Condividi su: