Nuova luce sull’ipovisione

ipovisione-v_seminario_nazionale-18_novembre_2017-sapienza-locandina-icona-web.jpg

Il 18 novembre V Seminario presso l’Università Sapienza di Roma: dalla ricerca oftalmologica alla riabilitazione visiva

Il prof. Alessandro Lambiase (Università Sapienza di Roma), accanto al prof. Filippo Cruciani. Sulla destra il dott. Michele Corcio (Vicepresidente IAPB Italia onlus)
Il prof. Alessandro Lambiase (Università Sapienza di Roma), accanto al prof. Filippo Cruciani. Sulla destra il dott. Michele Corcio (Vicepresidente IAPB Italia onlus)
L’Ipovisione tra aspettative e realtà: così s’intitola il seminario che, giunto alla V edizione, si è tenuto sabato 18 novembre presso l’Università Sapienza di Roma (Aula della Clinica Oculistica-Policlinico Umberto I, ingresso da Via Lancisi).La figura dell’ipovedente, con le sue difficoltà e le sue aspettative, è poco conosciuta e può assumere diverse forme. Il seminario ha avuto, quindi, lo scopo di focalizzare l’attenzione sui problemi legati al mondo dell’ipovisione. Si è tra l’altro
Il Prof. Filippo Cruciani
Il Prof. Filippo Cruciani
parlato dello scarso riconoscimento che hanno gli ipovedenti e della necessità di rivedere i criteri con cui, ad esempio, si valuta un maculopatico.Gli organizzatori dell’evento sono stati l’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità-IAPB Italia onlus, la Commissione Nazionale Ipovedenti dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (UICI) e il Dipartimento Organi di Senso-Sezione Oftalmologia della prima Università capitolina.Dopo il saluto delle autorità in apertura dei lavori, nella prima sessione si è parlato di ricerca oftalmologica, neurorigenerazione e nuove frontiere della chirurgia oftalmica. Nella seconda sessione, invece, si è discusso dell’accertamento della disabilità (sia dei ciechi che degli ipovedenti).Nella terza sessione si è trattato, inoltre, di riabilitazione degli ipovedenti. Per quanto riguarda le nuove frontiere tecnologiche si è fatto riferimento sia alla teleriabilitazione visiva (Eye Fitness, presso il Polo Nazionale) che della riabilitazione di persone a cui è stato impiantato il cosiddetto occhio bionico (protesi retinica in malati di retinite pigmentosa) il quale consente, nei casi migliori, il recupero di una percezione visiva circoscritta ai 20° centrali.Infine, a partire dalle 15 ci si è occupati di “Ipovisione: nuove tecnologie, prospettive lavorative e pluridisabilità”. Si è quindi terminata la giornata con una discussione aperta al grande pubblico. Programma del Seminario NazionaleFonte di riferimento: Giornale Uici
Aula della Clinica oculistica dell'Università Sapienza di Roma
Aula della Clinica oculistica dell’Università Sapienza di Roma

Attached documents