Nistagmo: cos’è?

nistagmo

Il nistagmo è un’oscillazione ritmica ed involontaria degli occhi. Si distingue in due tipologie: fisiologico, dovuto alla modalità di visione degli oggetti in movimento; patologico, quando ogni ciclo di movimento tende ad allontanare l’oggetto che si vuole osservare dalla fovea (centro retinico), facendolo uscire dalla zona centrale del campo visivo, causando così seri problemi alla visione stessa, infatti molte persone affette da questa condizione sono considerate ipovedenti.

Oltre ai movimenti oculari citati in precedenza, un paziente affetto da nistagmo oculare, può presentare i seguenti sintomi:

  • Problemi di visione (vista offuscata, con oggetti che possono apparire tremolanti e ridotta percezione della profondità);
  • Oscillopsia (ossia una percezione instabile ed oscillante del campo visivo);
  • Posizione anomala del capo e del collo;
  • Fotofobia (sensibilità alla luce);
  • Vertigini e perdita di equilibrio;
  • Affaticamento e irritabilità (per gli sforzi eseguiti nel tentativo di avere una visione più nitida)

Scopri di più nella nuova scheda dell’oculista IAPB: https://www.iapb.it/nistagmo/