La telemedicina apre gli occhi sulla ROP

La telemedicina apre gli occhi sulla ROP La retinopatia del prematuro può essere diagnosticata anche a distanza in modo tempestivo 27 giugno 2014 – Anche una diagnosi a distanza può salvare la vista dei nati prematuri. Inviando da remoto una foto del loro fondo oculare si può diagnosticare una retinopatia del prematuro ( ROP ), una malattia che potenzialmente può portare a cecità a causa di danni irreversibili alla retina. Si potrà, quindi, effettuare un trattamento laser o crioablazione (per eliminare i vasi retinici indesiderati, in quest’ultimo caso con basse temperature). A sostenere fortemente il valore della telemedicina è un nuovo studio finanziato dal National Eye Institute americano.Retina di nato prematuro Infatti, una diagnosi precoce significa più prevenzione dei potenziali danni visivi provocati dalla malattia. “Nello studio – scrivono i ricercatori, circa il 43 per cento dei casi di ROP avanzata sono stati identificati mediante telemedicina mediamente 15 giorni prima di essere diagnosticati da un oculista [di persona]”. Lo studio – che ha coinvolto 13 ospedali del Nord America – ha valutato l’efficacia di uno screening della ROP mediante telemedicina durante i controlli di routine di 1257 piccoli prematuri che, in media, erano nati 13 settimane prima del tempo. Una volta ogni nove giorni circa ogni neonato è stato sottoposto a uno screening effettuato da un oculista che si trovava a distanza. Nel 90 per cento dei casi la diagnosi è stata corretta. Complessivamente sono stati trattati 162 neonati con laser o crioablazione. “La telemedicina – scrive il Ministero della Salute – può in particolare contribuire a migliorare la qualità dell’assistenza sanitaria e consentire la fruibilità di cure, servizi di diagnosi e consulenza medica a distanza, oltre al costante monitoraggio di parametri vitali, al fine di ridurre il rischio d’insorgenza di complicazioni in persone a rischio o affette da patologie croniche“.

Fonti: National Eye Institute (Usa), Ministero della Salute