La musica a tempo di Braille

La musica a tempo di Braille
Il primo luglio nasce una rivista per ciechi dedicata al mondo delle note

25 giugno 2009 – Blues, classica, pop, ma c’è anche l’angolo delle alternative rock. Sono alcuni dei generi musicali che verranno trattati dal prossimo primo luglio da Braille music , il nuovo periodico per ciechi interamente dedicato alla musica. Quarantotto pagine di rivista, con approfondimenti su concerti, spettacoli e tutto ciò che ruota intorno al mondo delle note. Braille music nasce da un’idea di Caterina Ferrazza ed è edito dalla Handy Systems, la stessa cooperativa sociale che già stampa Braille news , il primo settimanale gratuito d’informazione per non vedenti disponibile nelle edicole laziali (èTesto in alfabeto braille accessibile solo a chi conosce il braille perché all’interno è interamente bianco, con le caratteristiche lettere in rilievo dell’alfabeto tattile).

“ù una rivista mensile – spiega Ferrazza – che potrà essere ricevuta per abbonamento in tutta Italia. Per andare in edicola, invece, occorre abbinarla a una testata, come già facciamo con Braille news (allegato a Il Tempo ). Il testimonial è Toto Torquati, arrangiatore che ha lavorato con grandi artisti italiani, anche lui non vedente. La Regione Lazio, soprattutto col consigliere Celori, caldeggia questo progetto”.

Fonti: IrisPress, Handy Systems (C. Ferrazza)