Skip to content

Ipertensione, maggiori rischi per la vista

Ipertensione, maggiori rischi per la vista Misurarsi regolarmente la pressione è essenziale sia a livello oculare che generale 7 gennaio 2015 – Se la pressione sanguigna rimane elevata per almeno quattro settimane non è solo il sistema cardiocircolatorio a risentirne, ma potenzialmente anche la vista. Infatti un nuovo studio condotto su cavie animali fornisce un nuovo indizio: a causa dell’ipertensione persino gli occhi sarebbero più esposti a un incremento della pressione oculare ( glaucoma ) e non solo a un maggiore rischio di problemi retinici ( retinopatia ipertensiva ). Anche se questi risultati andranno ulteriormente verificati, si è visto come un picco pressorio sanguigno che dura un’ora sia generalmente meno dannoso di un aumento cronico della pressione per un mese consecutivo. Morale della favola è che, soprattutto dopo una certa età, sia fondamentale sottoporsi a controlli medici regolari e approntare rapidamente una terapia anche in caso di pressione sanguigna troppo elevata. In ogni caso, il fattore determinante che causa una malattia oculare come il glaucoma è quello genetico; quindi è essenziale controllare periodicamente la pressione degli occhi soprattutto se quella malattia oculare è già presente in famiglia (altrimenti si rischiano danni irrimediabili al nervo ottico). Insomma, sempre meglio farsi dare un’occhiata periodicamente da un medico oculista.

Fonte: IOVS

Ultima modifica: 16 gennaio 2015

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn