Il tracoma debellato in Nepal

visita_oculistica_in_nepal-fonte_iapb.org.jpg

L’OMS convalida il risultato: la malattia oculare è ancora la prima causa infettiva planetaria di cecità

visita_oculistica_in_nepal-fonte_iapb.org.jpgÈ la prima causa di cecità di origine infettiva nel mondo: il tracoma, provocato da un batterio (Chlamydia trachomatis), è tuttora considerato una “malattia tropicale dimenticata”. Si registrano però nuovi progressi nella lotta planetaria contro questa patologia oculare: secondo l’OMS il Nepal se n’è liberato.

All’inizio degli anni ’80 il tracoma era ancora la seconda causa di cecità evitabile in molte zone del Paese asiatico. Seguendo le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità le autorità sanitarie nepalesi sono riuscite a contrastarne efficacemente la diffusione prendendo provvedimenti a livello igienico e sanitario.

Soprattutto l’igiene del viso e delle mani è considerata fondamentale a fini di prevenzione, oltre all’accesso all’acqua pulita; può essere necessario somministrare antibiotici, com’è infatti avvenuto in molte strutture sanitarie del Paese a Nord dell’India. Oggi gli abitanti del Nepal possono trarre un sospiro di sollievo: la principale minaccia infettiva alla loro vista è stata debellata.

Fonte: IAPB International