Salta il menù
Dona oraSostienici

L’OCULISTA RISPONDE - DISCUSSIONE

Vai a tutte le discussioni

CALAZIO CRONICIZZATA

Discussione avviata da angi94 il 19 febbraio 2021

Buongiorno, vi scrivo perché non sappiamo più a chi rivolgerci. Il mio ragazzo soffre da ormai quasi 2 anni di quello che è stato diagnosticato da più oculisti come un calazio oramai cronicizzata all’occhio sinistro. Il mio ragazzo fin dalla prima insorgenza ha provato di tutto: impacchi con acqua calda, semi di lino, fino ad arrivare a farmaci come varie pomate intraoculari antibiotiche, gocce cortisoniche, ecc. Ha ormai provato veramente tutti i trattamenti farmacologici, finché a giugno 2020 si è sottoposto ad asportazione del calazio che ormai si era incapsulato ed era diventato una pallina dura. Dopo 6 mesi però, il problema si è ripresentato tale e quale a prima dell’intervento, con la differenza che però ora i calazi sono 3 sulla palpebra. Abbiamo quindi provato a fare un trattamento con radiofrequenza sulle palpebre, ma di nuovo senza risultato. chiedo quindi a voi, è il caso di pensare a un nuovo intervento? Avete specialisti della palpebra da consigliare? Grazie in anticipo

CALAZIO CRONICIZZATA

Risposta di marvi

Scritto il 21 febbraio 2021

Stessa cosa sta accadendo a me. dopo un anno è riapparso ce ne sono te o quattro. Sono sotto cura ma la guarigione è molto lenta

CALAZIO CRONICIZZATA

Risposta di angi94

Scritto il 21 febbraio 2021

Se posso chiederti, cosa stai facendo come trattamento?
risposta dell'oculista

CALAZIO CRONICIZZATA

Risposta di Oculista

Scritto il 22 febbraio 2021

Gentile utente, le lascio qui un nostro link con dei consigli utili a riguardo: https://www.iapb.it/calazio/ Purtroppo però se il calazio è tornato e si è cronicizzato, l’unico modo di toglierlo è sottoporsi ad un nuovo intervento. Cordiali saluti, IAPB ITALIA ONLUS
risposta dell'oculista

CALAZIO CRONICIZZATA

Risposta di Oculista

Scritto il 23 febbraio 2021

Gentili utenti, vorrei ricordare che sul forum non è consentito menzionare nomi di farmaci, sia perché come onlus non possiamo esprimerci in ambito commerciale (e quindi promuovere un prodotto piuttosto che un altro), sia perché molti utenti potrebbero seguire terapie altrui senza fare una visita e quindi verificare che il trattamento sia per loro adeguato. Colgo l’occasione per sottolineare che non bisogna mai ricorrere al “fai date” o seguire cure consigliate da altre persone perché possono risultare inefficaci e in alcuni casi addirittura dannose. Grazie per la collaborazione. Cordiali saluti, Iapb Italia onlus.

CALAZIO CRONICIZZATA

Risposta di marvi

Scritto il 23 febbraio 2021

Scusate potete anche rimuovere il messaggio
Registrati

È necessario registrarsi per scrivere su questo forum.

Per continuare a rispondere al post registrati oppure effettua il login dal box a sinistra.