Salta il menù
Dona oraSostienici

L’OCULISTA RISPONDE - DISCUSSIONE

Vai a tutte le discussioni

Fastidio occhio sx da due mesi e papille congiuntivali

Discussione avviata da Chiara il 14 settembre 2020

Circa due mesi fa una piccola pallina mi è finita nell’occhio e dopo qualche ora ho iniziato a sentire una sensazione di corpo estraneo. Sono andata a farmi visitare e mi è stato detto che l’occhio era a posto e mi ha dato un gel di lacrime artificiali. Dopo due settimane il fastidio non passava e sono andata di nuovo a farmi vedere ed è mi è stato detto che la cornea era leggermente irregolare, ma sarebbe passata col tempo con lacrime artificiali. Tuttavia, dopo più di un mese, il fastidio persisteva con aggiunta di fatica ad aprire l’occhio la mattina. Sono andata da un altro oculista che ha confermato che l’occhio non ha lesioni ma ha visto delle papille congiuntivali e mi ha prescritto TobraDex collirio per 15 gg 3 volte al dì. Ad oggi (sesto giorno) non noto ancora miglioramenti e il fastidio persiste. Sono un po’ demoralizzata e temo non passi più.. Cosa può essere? Passerà dopo 15gg di cura? Grazie mille
risposta dell'oculista

Fastidio occhio sx da due mesi e papille congiuntivali

Risposta di Oculista

Scritto il 14 settembre 2020

Gentile utente, se nelle visite non è emerso nulla di particolare (tranne alcune papille congiuntivali), la lacrima artificiale + il collirio anti-infiammatorio dovrebbero essere sufficienti a darle sollievo, aspetti un’altra settimana per giudicare, magari se il "fastidio" si manifesta maggiormente la mattina, provi ad instillare l’ultima goccia di colliri appena prima di dormire. Cordiali saluti, IAPB ITALIA ONLUS

Fastidio occhio sx da due mesi e papille congiuntivali

Risposta di Chiara

Scritto il 14 settembre 2020

Grazie mille della sua risposta dottore. Attenderò la fine della cura con TobraDex per valutare, ma mi sarei aspettata un miglioramento dopo 6 giorni. A cosa può essere dovuta la fatica ad aprire l’occhio la mattina? La lacrimazione dell’occhio è normale e non ho mai sofferto di occhio secco. Questo "fastidio" è come se sentissi la palpebra più pesante e costantemente qualcosa che mi tocca la palpebra. Non lo definirei nè bruciore nè dolore. Può essere in linea con la sintomatologia data da queste papille (che a quanto ho capito si trovano dentro la palpebra)? Potrebbero essere utili per dare sollievo anche degli impacchi caldi? Grazie mille e cordiali saluti
risposta dell'oculista

Fastidio occhio sx da due mesi e papille congiuntivali

Risposta di Oculista

Scritto il 15 settembre 2020

Gentile utente, la secchezza oculare non si manifesta sempre con gli stessi sintomi. A volte il paziente avverte chiaramente lo stato di disidratazione della superficie oculare, riferendo la sensazione di sabbiolina/corpo estraneo nell’occhio e/o un effetto patina quando apre e chiude le palpebre. Altre volte può evidenziarsi semplicemente un senso di pesantezza agli occhi con difficoltà ad aprire le palpebre (soprattutto di notte e al mattino appena svegli). Continui con la terapia che le è stata prescritta e vediamo come evolve la situazione. Per il momento eviterei gli impacchi caldi. Eventualmente al prossimo controllo si consulti con l’oculista per valutare se nel suo caso possano essere utili. Cordiali saluti, Iapb Italia onlus.

Fastidio occhio sx da due mesi e papille congiuntivali

Risposta di Chiara

Scritto il 18 settembre 2020

Buongiorno Dottore, volevo aggiornarla sulla mia situazione. Ad oggi il mio problema non è del tutto passato. Durante il giorno posso dire che ho sollievo e quasi scompare, ma il problema maggiore rimane al mattino dove non noto alcun miglioramento appena sveglia e continuo a faticare nell’aprire l’occhio. Inoltre ho notato che a volte sento anche bruciore quando anche solo dell’acqua va nell’occhio. Lunedì consulterò anche il mio oculista che ha prescritto la cura, ma volevo anche un suo parere. Grazie mille delle sue risposte. Cordiali saluti
risposta dell'oculista

Fastidio occhio sx da due mesi e papille congiuntivali

Risposta di Oculista

Scritto il 18 settembre 2020

Gentile utente, forse si potrebbe aggiungere un sostituto lacrimale in gel, da instillare la sera prima di andare a letto. Comunque attendiamo la visita di lunedì e vediamo cosa le dice l’oculista dopo averla guardata con la lampada a fessura. Cordiali saluti, Iapb Italia onlus.
Registrati

È necessario registrarsi per scrivere su questo forum.

Per continuare a rispondere al post registrati oppure effettua il login dal box a sinistra.