Salta il menù
Dona oraSostienici

L’OCULISTA RISPONDE - DISCUSSIONE

Vai a tutte le discussioni

Distacco di coroide massivo

Discussione avviata da Marco il 8 luglio 2019

Buongiorno. Scrivo per avere informazioni sulla possibilità di guarigione dal distacco massivo di coroide avvenuto a seguito di sostituzione di cristallino artificiale su persona anziana che in passato ha subito il distacco di retina. Volevo sapere quali sono i sintomi di una patologia del genere già riscontrata in ecografia. Se non si risolve spontaneamente con la cura di colliri dopo quanto è possibile intervenire per risolvere il problema? Attendo con fiducia un vostro riscontro. Grazie
risposta dell'oculista

Distacco di coroide massivo

Risposta di Oculista

Scritto il 9 luglio 2019

Gentile utente, purtroppo i tempi di guarigione per un distacco di coroide non sono determinabili. Di solito con la terapia in colliri, la situazione tende piano piano a migliorare, pertanto dovete per ora avere un pochino di pazienza, seguire il trattamento consigliato dal vostro oculista e monitorare l’evolversi del problema con l’aiuto di controlli ecografici. Cordiali saluti, Iapb Italia onlus.

Distacco di coroide massivo

Risposta di Marco

Scritto il 9 luglio 2019

Buongiorno, oggi hanno identificato che c’è la presenza di sangue nell’occhio che copre anche la vista. Non ho capito però come questo posso influire sulla risoluzione del distacco di coroide. Se avete informazioni in tal senso vi sarei grato. Hanno prescritto una cura per migliorare l’emorragia in attesa di ecografia da eseguire ad una settimana da oggi. Come si fa a diagnosticare da dove arriva il sangue e come si fa a sapere se questa condizione tende a peggiorare piuttosto che a migliorare? Questo perchè settimana scorsa il sangue non sembrava esserci.
risposta dell'oculista

Distacco di coroide massivo

Risposta di Oculista

Scritto il 10 luglio 2019

Gentile utente, purtroppo in presenza di emorragia è impossibile riuscire a esplorare il polo posteriore. Consideri però che in una settimana l’oculista può già farsi un’idea riguardo all’entità del sanguinamento, se è in via di riassorbimento ecc. Ovviamente l’esame ecografico rimane l’unico valido per monitorare la situazione. Cordiali saluti, Iapb Italia onlus.
Registrati

È necessario registrarsi per scrivere su questo forum.

Per continuare a rispondere al post registrati oppure effettua il login dal box a sinistra.