Salta il menù
Dona oraSostienici

L’OCULISTA RISPONDE - DISCUSSIONE

Vai a tutte le discussioni

Dubbio intervento Prk

Discussione avviata da Fabio88 il 19 giugno 2019

Salve. Mi sono sottoposto a intervento di Prk a fine Ottobre 2018. Partivo da una situazione non grave. Occhio sx: - 1,50 miopia e - 0,75 astigmatismo; occhio Dx: - 1,50 miopia e - 1,75 astigmatismo. A 8 mesi dall intervento ho un residuo, a detta del dottore, di 0,25 di astigmatismo all’ occhio Dx. Ora la mia domanda può sembrare strana, ma ve la posto ugualmente. Durante l intervento ho notato che l operazione sull occhio Dx, quello con astigmatismo più elevato, è durato molto meno che sull occhio Sx, chiaramente si parla di secondi. Detto ciò mi chidevo, non doveva l intervento durare di più sull occhio Dx che aveva un astigmatismo più elevato? O il dottore non mi ha corretto tutto l astigmatismo e per questo ora mi ritrovo con un residuo? Perché leggo in giro di astigmatici molto più gravi di me che hanno recuperato tutto..scusate la stranezza della domanda e spero in una risposta. Grazie

risposta dell'oculista

Dubbio intervento Prk

Risposta di Oculista

Scritto il 20 giugno 2019

Gentile utente,
il trattamento con laser ad eccimeri (soprattutto con gli strumenti di ultima generazione) dura davvero pochi secondi, pertanto mi sembra strano che ci sia stata una differenza significativa di tempo di applicazione dello stesso tra i due occhi, tale da essere apprezzabile (in considerazione anche della piccola entità del vizio refrattivo da correggere). Inoltre ci sono molte variabili da considerare anche nei tempi di preparazione all’intervento che potrebbero averla fuorviata a livello di valutazione del tempo trascorso.

Cordiali saluti,
Iapb Italia onlus.

Dubbio intervento Prk

Risposta di Fabio88

Scritto il 20 giugno 2019

Grazie della risposta. Certo, si tratterebbe di differenze impercettibili, ma l impressione è stata quella. Comunque, in grosso modo, l intervento all occhio "messo peggio", con una differenza di - 1,00 di astigmatismo rispetto all’ altro occhio, dovrebbe durare teoricamente di più?

risposta dell'oculista

Dubbio intervento Prk

Risposta di Oculista

Scritto il 21 giugno 2019

Gentile utente,
teoricamente si, ma in questo caso specifico la differenza sarebbe talmente minima, che ripeto, non so quanto percepibile dal paziente. Si stima che un laser ad eccimeri possa trattare una diottria in un tempo variabile (in base al tipo di apparecchio utilizzato), compreso tra pochi millisecondi e circa 5 secondi.

Cordiali saluti,
Iapb Italia onlus.

Dubbio intervento Prk

Risposta di Fabio88

Scritto il 22 giugno 2019

Quindi, secondo lei, un residuo di 0,25 partendo da un astigmatismo di - 1,75 potrebbe risultare normale? Sinceramente, sapendo di partire da una situazione non gravissima, e avendo speso un pò di soldi, speravo di azzerare i difetti. Forse il residuo potrebbe risultare irrisorio, ma, soprattutto di sera, la differenza tra i due occhi la noto e mi da un leggero fastidio a cui non riesco ancora ad abituarmici.

risposta dell'oculista

Dubbio intervento Prk

Risposta di Oculista

Scritto il 24 giugno 2019

Gentile utente,
ci vorrà probabilmente ancora del tempo perchè si abitui alla piccola differenza tra i due occhi, e comunque non è detto che il visus dell’occhio destro non migliori ulteriormente nei prossimi mesi ( in alcuni casi la cornea può necessitare fino a 12 mesi di tempo per stabilizzarsi dopo il laser).

Cordiali saluti,
Iapb Italia onlus.

Dubbio intervento Prk

Risposta di Fabio88

Scritto il 11 luglio 2019

La ringrazio delle esaustive risposte. Ne avrei un’ ultima. Nel post operatorio non mi è stato prescritto l uso di cortisonici, ma solo di lacrime artificiali. Può, il non utilizzo di cortisonici, aver compromesso il completo recupero dell occhio destro? Grazie

risposta dell'oculista

Dubbio intervento Prk

Risposta di Oculista

Scritto il 12 luglio 2019

Gentile utente,
non credo sia stato il tipo di terapia post operatoria il problema, anche perchè altrimenti non avrebbe recuperato nemmeno nell’occhio sinistro. Inoltre se ci fosse stata la necessità di una terapia cortisonica, alla visita di controllo lo specialista se ne sarebbe accorto e avrebbe provveduto con apposita prescrizione.

Cordiali saluti,
Iapb Italia onlus.

Registrati

È necessario registrarsi per scrivere su questo forum.

Per continuare a rispondere al post registrati oppure effettua il login dal box a sinistra.