Salta il menù
Dona oraSostienici

L’OCULISTA RISPONDE - DISCUSSIONE

Vai a tutte le discussioni

" iniezione intravitreale per Maculopatia in diabetico

Discussione avviata da luciano il 30 agosto 2018

Facendo seguito a precedenti post ricordo di avere come da oct del 9/7/18 diagnosi di maculopatia-retinopatia diabetica ed aver praticato in occhio dx il 23/7 prima ed oggi 30/8 n. 2 iniezioni itv . Spero che abbia dei risultati e che riaquisti buona visibilità in occhio dx nel quale occhio ho fatto anche cataratta. Poichè il problema sia di cataratta che di maculopatia, sempre da oct e visite oculistiche, risultano anche in occhio sx dovrò intervenire appena la situazione sarà più grave, e, migliore nell’occhio dx in corso iniezioni intravitreali (itv con lucentis) .
La mia domanda : l’Intervento di cataratta può accelerare ed evidenziare di più i problemi legati alla maculopatia ? Ho avuto l’impressone che appena qualche giorno dopo fatta la cataratta in occhio dx ho incominciato a percepire le conseguenze della maculopatia ( distorsione immagini e ipovisione ) . Ora poiché come dicevo devo intervenire anche su occhio sx al momento vedo 7/10 e senza fenomeni di distorsione immagini ....e’ vera la mia impressione che dopo intervento cataratta la maculopatia si aggrava ? Cosa mi consiglia di fare prima : intervento cataratta o iniezione itv ( in occhio sx), anche perché i due interventi sono in strutture diverse e con oculisti diversi . Altra domanda : c’e’ già in commercio collirio che sostituisce iniezione intv. Attendo cortese riscontro - GRAZIE

" iniezione intravitreale per Maculopatia in diabetico

Risposta di luciano

Scritto il 1 settembre 2018

Dopo iniezione intravitreale in occhio dx, al controllo del giorno dopo intervento, l’oculista ha rilevato rottura di capillari con evidente occhio rosso ( grassa macchia di sangue nell’occhio ). Causa, secondo il mio oculista : " antiaggreganti presi in precedenza e per lungo tempo, anche se li avevo interrotti 5 gg prima dell’intervento (CLOPIDOGREL AUROBINDO 75 mg 1 cp dopo pranzo, LYRICA 75 mg 1 cp al giorno e PLETAL 100 1 cp al giorno) , come consigliato da chirurgo vascolare, e che normalmente da già più di un anno prendo per arteriopatia arti inferiori con alcune stenosi.
Domande : come eliminare tale rossore in occhio ( leggerissimo dolore ) e tra quando se naturalmente va via? Mi devo preoccupare ? Quando potrò riprendere a assumere antiaggreganti . Attualmente sto mettendo in occhio collirio antibiotico, e saflutan oltre a pasticche (per 5 gg) di antibiotico .Grazie anche della vs della cortese risposta, anche se già l’ oculista del controllo post iniezione intravitreale mi ha tranquillizzato e dato dei suggerimenti . Grazie

" iniezione intravitreale per Maculopatia in diabetico

Risposta di luciano

Scritto il 4 settembre 2018

Avrei piacere vs riscontro circa i msg sopra . In attesa Grazie

risposta dell'oculista

" iniezione intravitreale per Maculopatia in diabetico

Risposta di Oculista

Scritto il 5 settembre 2018

Gentile utente,
può succedere che l’intervento di cataratta aggravi una pregressa patologia maculare, perchè con la chirurgia l’occhio è sottoposto ad un forte stress che può indurre ripercussioni sulla retina, in particolare sulla parte centrale. Continui con i trattamenti in OD e speriamo che abbia presto buoni risultati. L’emorragia sottocongiuntivale (macchia di sangue sulla parte bianca dell’occhio) che si è formata andrà via da sola nel giro di 7-10 giorni più o meno (dipende da quando è grande). Per riprendere la terapia antiaggregante consulti il suo medico.
Per quanto riguarda OS:
- l’iniezione intravitreale va fatta solo se c’è fase di attività della membrana neovascolare;
- se la situazione maculare è stabile da qualche tempo si può pensare all’intervento di cataratta, altrimenti è meglio non rischiare,
- il visus attuale mi sembra accettabile, quindi non credo ci sia particolare urgenza nel programmare l’intervento.

Cordiali saluti,
Iapb Italia onlus.

" iniezione intravitreale per Maculopatia in diabetico

Risposta di luciano

Scritto il 5 settembre 2018

Grazie delle sue risposte .
Seguirò i suoi consigli evitando per il momento ogni intervento nell’ochio sx sia di cataratta che di iniezione itv. La macchia di sangue in occhio dx è già quasi scomparsa ( domani una settimana dalla 2 int ) . Vorrei essere certo che con tre iniezioni itv ( la terza e in programma per inizio ottobre 2018 ) risolvo o quanto meno accelleri la guarigione della maculopatia esistente ( ho gia ora leggeri miglioramenti campo visivo ) . Vorrei anche cambiare occhiali almeno per " vicino" per poter leggere senza grossi problemi ma il mio oculista mi ha sconsigliato al momento.
Domanda : Sento spesso parlare di persone con distacco di retina e interventi urgenti in tal senso ... io posso incorrere in tale problema e quali sono le avvisaglie ? . Di nuovo grazie e saluti.

risposta dell'oculista

" iniezione intravitreale per Maculopatia in diabetico

Risposta di Oculista

Scritto il 7 settembre 2018

Gentile utente,
il distacco di retina è una delle possibili complicanze delle iniezioni intravitreali. Si tratta di un’evenienza molto rara, e calcoli che proprio per questo si fa il controllo il giorno dopo l’iniezione. Le avvisaglie di distacco potrebbero essere: aumento corpi mobili, lampi improvvisi e frequenti nel campo visivo, calo del visus, tenda scura che cala davanti all’occhio.

Cordiali saluti,
Iapb Italia onlus.

" iniezione intravitreale per Maculopatia in diabetico

Risposta di luciano

Scritto il 21 settembre 2018

Egregio Dottore facendo seguito ai precedenti msg e ricordando in particolare che in occhio dx ho effettuato gia’ intervento cataratta + n.2 iniezioni intravitreali con LUCENTIS a distanza di un mese l’una dall’altra ( ultima il 30/8 ) ancora noto quasi zero miglioramenti nella visione sia da lontano che da vicino nella lettura e con ondulazione delle immagini sia nello scritto o anche nel vedere le aste di una ringhiera o i contorni di un palazzo ad esempio.
Il 26/9 dovrò’ fare pre-ospedalizzazione di controllo per quasi sicuramente 3a intravitreale ,
Domanda : quando potrò’ e se potrò incominciare ad avere risultati soddisfacenti nella "lettura " e non vedere più "ondulazioni" nei contorni ? ... ora è l’occhio sx che lavora per due anche se, come dicevo nei precedenti post, non è efficientissimo avendo anche in sx inizio cataratta e maculopatia iniziale .
Ma si guarisce dalla maculopatia ?
Io ho, come dicevo in precedenza, il diabete tipo 2 che con dieta ed ipoglicemizzanti orali ed insulina serale riesco a tenere abbastanza sotto controllo ( mattina diabete 114-119) ... durante il giorno intorno a 150 .
Ma è vero che più bassa è la glicemia più si risolve la maculopatia ? Viceversa peggiora ? ,
Secondo lei oltre alle intravitreali dovrei fare altro come per esempio integratori o colliri o altro ( ora solo Suflan in ambedue occhi per pressione) ,
Prendo tante pasticche per altri problemi come ho detto in precedenti scritti ...( antidiabetici, antiaggreganti , totalip, Lasorex, Pafur, patoprazolo i più importanti ) . Sono molto giù moralmente soprattutto per gli occhi forse perché non mi aspettavo tale problema. Mi dia qualche consiglio . Buona serata

" iniezione intravitreale per Maculopatia in diabetico

Risposta di luciano

Scritto il 30 settembre 2018

Gentilissimo Dottore, Le sarei grato se Lei riscontrasse il mio ultimo post del 21/9/18 dando risposte alle mie domande .
Le confermo che il 1/10/18 dovrò fare mia 3^ iniezione intravitreale in occhio dx, tanto dopo controllo oculistico del 26/9 .
Aggiungo, oltre a quanto richiesto in post precedente, che dal controllo ultimo del 26/9, anche in occhio sx è risultato che ho piccole emoragie e consigliato fare fluoroangiografia ....che vorrei evitare (per allergie che ho avuto e non completamente guarita di eczema nummullare ) ...non basta oct? GRAZIE in attesa cortesi suoi riscontri.

" iniezione intravitreale per Maculopatia in diabetico

Risposta di luciano

Scritto il 3 ottobre 2018

Gentilissimo Dottore, Le sarei grato se Lei riscontrasse il mio ultimo post del 21/9/18 dando risposte alle mie domande .
Le confermo che il 1/10/18 ho fatto la mia 3^ iniezione intravitreale in occhio dx, tanto dopo controllo oculistico del 26/9 .
Aggiungo, oltre a quanto richiesto in post precedente, che dal controllo ultimo del 26/9, anche in occhio sx è risultato che ho piccole emoragie e consigliato fare fluoroangiografia ....che vorrei evitare (per allergie che ho avuto e non completamente guarita di eczema nummullare ) ...non basta oct? GRAZIE in attesa cortese suoi riscontri
.

" iniezione intravitreale per Maculopatia in diabetico

Risposta di luciano

Scritto il 5 novembre 2018

Dopo aver fatto la mia 3 intravitreale il 1/10(18 con lucentis sono ora in attesa che il mio oculista mi chiami per fare oct di controllo .
Con l’occhio dx in questione ancora non vedo chiaro , le immagini sono distorte e le linee ondulate . La parole da vicino ed a carattere grande riesco a leggerle anche se nella parte finale della parola vedo la stessa deformata verso l’alto .
La mia domanda dottore : quanto tempo e dopo quante intravitreali riusciro a recuperare la vista in maniera ottimale . L’altro occhio ( sx ) affetto da cataratta e retinopatia diabetica con maculopatia in fase iniziale riesco a sopperire la carenza dell’occhio dx e non vorrei toccarlo fino a quando non risolvo egregiamente col dx ora in cura ... e d’accordo ?
Mi può consigliare un centro d’eccellenza per tale malattia ( renitopatia diabetica con maculopatia ) .... abito a SCAFATI ( SA) a 30 km da Napoli e/o da Salerno , Resto in attesa sua risposta Grazie

risposta dell'oculista

" iniezione intravitreale per Maculopatia in diabetico

Risposta di Oculista

Scritto il 6 novembre 2018

Gentile utente,
purtroppo non possiamo preventivare quante iniezioni intravitreali possano essere sufficienti per risolvere o almeno attenuare il più possibile il problema maculare, in quanto ogni occhio e ogni paziente reagisce in maniera diversa al trattamento. Non resta altro da fare che attendere che al più presto il suo occhio destro dia una risposta positiva al farmaco, magari non completa, ma almeno sufficiente a migliorare la sua qualità visiva nella lettura. Se l’occhio sinistro non presenta urgenze ( per cataratta e situazione maculare), può attendere prima di intraprendere qualsiasi trattamento. I nostri contatti in Campania sono i seguenti:

Istituto di Clinica Oculistica e Oftalmologia Preventiva
Università degli Studi - Via Pansini, 5 - Pad. 15
80131 Napoli
tel. 081/5666780 - fax 081/5463487
Direttore: Francesca Simonelli

Azienda Ospedaliera Universitaria OO.RR. San Giovanni di Dio Ruggi d’Aragona
Via San Leonardo, 1
84131 Salerno SA
Tel. 089.672361 / 089.672304

Cordiali saluti,
Iapb Italia onlus.

" iniezione intravitreale per Maculopatia in diabetico

Risposta di luciano

Scritto il 21 dicembre 2018

Egregio dott facendo seguito alle già’ presenti di cui sopra che brevemente ricapitolo ( occhio dx : già operato di cataratta + n.3 iniezioni itv con LUCENTIS — occhio sx pur avendo leggera cataratta e retinopatia diabetica ancora non fatto niente ) , ora, per quanto riguarda occhio dx il mio oculista ha programmato, previo altro oct, presso ospedale ulteriore iniezione int ora con cortisone ( ozurdex ) : è consigliabile con intervento di cataratta fatta stesso occhio dx ? io essendo diabetico posso fare cortisone in occhio ? ( anche se già ho usato creme cortisoniche per eczema numullare ) ; prendendo antiaggreganti ( clopicogrel 75 e praxilene 200 quando tempo prima e dopo intervento devo sospendere ? ; quali sono i rischi di iniezione int con cortisone ? è dolorosa e quanto dura intervento ? . Le sarei grato molto se mi risponde anche per confermare quanto già in parte chiesto al mio oculista e tranquillizzarmi e poiche inizio anno devo fare intervento ozurdex attendo sua celere risposta . GRAZIE e AUGURI PER LE PROSSIME FESTIVITA’

risposta dell'oculista

" iniezione intravitreale per Maculopatia in diabetico

Risposta di Oculista

Scritto il 21 dicembre 2018

Gentile utente,
chiaramente dobbiamo aspettare i risultati dell’oct che si appresta ad eseguire per avere conferma se è necessario o meno fare un’altra iniezione intravitreale in OD. Il fatto di aver operato l’occhio destro di cataratta non è una controindicazione al trattamento con iniezione di cortisonico, nè il fatto di essere diabetico. Per maggiori informazioni sul farmaco che le hanno indicato, le invio di seguito un link da consultare:

https://www.sedesoi.com/pdf/OZURDEX%20scheda%20informativa_sett%20%202015%20%20.pdf

Cordiali saluti,
Iapb Italia onlus.

" iniezione intravitreale per Maculopatia in diabetico

Risposta di luciano

Scritto il 10 gennaio 2019

Il giorno 7/1/19 in seguito ad altro accertamento oct e consiglio del mio oculista ho praticata la 4^ iniezione intravitreale in occhio dx con ORZUDEX ( cortisone), le precedenti con Lucentis che comunque avevano migliorato la mia maculopatia da quanto visto con gli oct,

DOMANDE a conferma di quanto gia in parte saputo dall’oculista :

1) L’effetto di ORZUDEX dura sei mesi ? ;

2) Dopo tale iniezione ho l’Occhio molto arrossato , è NORMALE ? ...anche se avevo smesso di prendere antiaggreganti da una settimana prima intervento e che ora ho regolarmente ripreso;

3 ) Ho da subito, dopo iniezione ORZUDEX, ancor in sala operatoria, un CORPO VOLANTE SCURO in occhio tipo un piccolo rettangolo che naviga e si muove e che percepisco/vedo internamente all’occhio ( occhio che se chiudo non lo vedo più) ... QUANDO SCOMPARE TALE CORPO VOLANTE ? Che fare ?

Attendo caro dottore un suo riscontro nell’attesa di andare tra una settimana a controllo del Tono oculare ,
Al momento sto prendendo e per 5 giorni LEVODROP gocce e Levoxcina antibiotico.
Saluti resto in attesa GRAZIE

risposta dell'oculista

" iniezione intravitreale per Maculopatia in diabetico

Risposta di Oculista

Scritto il 11 gennaio 2019

Gentile utente,
provo a rispondere in ordine ai suoi quesiti:

1) normalmente i tempi dovrebbero essere questi;
2) se si tratta di occhio rosso da emorragia sottocongiuntivale, stia tranquillo che nel giro di qualche giorno si riassorbe, se è rossore da infiammazione può risultare normale dopo aver eseguito diverse iniezioni;
3) il corpo mobile andrà via piano piano, non saprei stimarle con precisione in quanto tempo, in quanto ogni soggetto reagisce in maniera diversa al trattamento.

Cordiali saluti,
Iapb Italia onlus.

Registrati

È necessario registrarsi per scrivere su questo forum.

Per continuare a rispondere al post registrati oppure effettua il login dal box a sinistra.