Proteggi la sua vista: il progetto per sensibilizzare alla tutela della vista dei bambini

Proteggi la sua vista

Accorgimenti e precauzioni possono fare una grande differenza per proteggere gli occhi del bambino. Per questo è nata la campagna informativa “Proteggi la sua vista” di Iapb Italia Onlus con il patrocinio del Ministero della Salute.

“Proteggi la sua vista” è la campagna di sensibilizzazione promossa da Iapb Italia Onlus per proteggere la salute visiva pre e post natale, con indicazioni e accorgimenti ai neo genitori per prevenire le malattie della vista del bambino.

Le informazioni promosse dalla campagna sono state distribuite in oltre 450 reparti di maternità, con una brochure cartacea, la diffusione di un video su web, social e tv, oltre alla creazione del sito dedicato www.proteggialasuavista.it. Tutte le indicazioni sono state redatte assieme al Comitato Tecnico Nazionale per la Prevenzione della Cecità presieduto dal Professor Mario Stirpe. Il Ministero della Salute, infatti, è il primo patrocinante della campagna seguito dalla Società Oftalmologica Italiana (SOI); dalla Società Italiana di Ostetricia e Ginecologia (SIGO); dalla Società italiana di Pediatria (SIP); dalla Società Italiana di Neonatologia (SIN); dalla Società Italiana di Medicina Perinatale (SIMP); dalla Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica (FNOPO).

Il 10 dicembre, inoltre, si è tenuta la diretta streaming della conferenza stampa dove esperti e oftalmologi hanno risposto in diretta alle domande di mamme blogger, utenti online e giornalisti.

Sul sito www.proteggialasuavista.it è possibile rivedere l’evento del 10 dicembre e conoscere tutti i comportamenti da adottare per proteggere la vista del bambino, prima e dopo la nascita.

Giornata Mondiale della Vista: la prevenzione della salute visiva in ogni fase della vita

Giornata Mondiale della Vista

Un’iniziativa per prendersi cura della salute degli occhi che mette al centro l’importanza di sottoporsi a controlli ed esami periodici della vista.

L’8 ottobre si è tenuta la Giornata Mondiale della Vista che, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, rappresenta l’evento annuale dedicato alla prevenzione delle patologie oculari.

“Dalla cura al prendersi cura” è il cambio di paradigma promosso in occasione di questa Giornata: sappiamo infatti che quando gli occhi si ammalano è alle volte troppo tardi per intervenire e, per questo, servono più prevenzione e riabilitazione.

Nella maggior parte dei casi, le patologie oculari possono essere prevenute e per questo l’iniziativa è stata accompagnata dallo slogan “Guarda che è importante!”: una raccomandazione da tenere a mente tutto l’anno che punta a promuovere la diagnosi precoce attraverso controlli regolari della vista, spesso l’unico strumento per limitare gli effetti invalidanti di alcune patologie.

Agli eventi previsti durante la Giornata – una conferenza stampa seguita da una tavola rotonda e tre sessioni live sulla pagina Facebook di Iapb – hanno partecipato oftalmologi, ricercatori, pazienti e rappresentanti delle istituzioni nazionali e internazionali, per offrire una panoramica a 360 gradi su cosa è davvero importante per prendersi cura della vista.

Per rivivere l’iniziativa clicca su: http://giornatamondialedellavista.it/.

Tutti gli approfondimenti sono invece disponibili qui: Il racconto della Giornata Mondiale della vista.

“La prevenzione non va in vacanza”

La prevenzione non va in vacanza

L’iniziativa di Iapb Italia Onlus per prendersi cura della vista durante l’estate.  

“La prevenzione non va in vacanza” è la campagna informativa promossa da Iapb Italia Onlus per sensibilizzare le persone a prendersi cura della salute dei loro occhi anche in vacanza.

L’obiettivo è invitare le persone a non abbassare la guardia, adottando uno stile di vita sano durante la stagione estiva, seguendo una dieta varia ed equilibrata e prestando la massima attenzione agli effetti dannosi che il sole può provocare alla salute degli occhi.

Il progetto ha previsto la distribuzione di materiale informativo cartaceo e sul web, attraverso i principali canali di informazione dell’Agenzia, con il contributo di esperti ed oftalmologi che hanno offerto indicazioni, suggerimenti e consigli pratici per proteggere la salute visiva in estate.

La brochure informativa con le principali informazioni e raccomandazioni fornite nel corso della campagna “Proteggi la tua vista” sono disponibili a questo link.

La Carovana della salute arriva in Puglia

A Brindisi le visite gratuite sabato 9 novembre in Piazza della Vittoria.

Vivere a lungo non significa vivere sani. Per vivere sani è necessario prevenire le malattie: sia con uno stile di vita salutare che con controlli periodici. Ecco l’importanza di farsi visitare spesso: molte malattie possono essere curate facilmente se diagnosticate in tempo; ma possono risultare gravissime se trascurate. In particolare ciò è vero per le malattie degli occhi ma non solo.

Ecco perché la Federazione Nazionale Pensionati CISL ha organizzato la Carovana della Salute: un tour nazionale con medici e volontari che offriranno visite gratuite nelle città italiane oltre a informazioni e consigli per avere uno stile di vita sano ogni giorno.

La prossima tappa è Brindisi sabato 9 novembre dalle 09.30 alle 13.00 e 14.30 alle 18.30 in Piazza della Vittoria.

IAPB Italia onlus è Partner nazionale dell’iniziativa e partecipa con un camper attrezzato a svolgere controlli oculistici in piazza.

Per prenotare la visita gratuita (fino ad esaurimento posti) è sufficiente chiamare i seguenti numeri dal lunedì 4 al venerdì 8 novembre 2019, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00: 0831 568209 – 340 1646520


Ecco l’elenco delle visite che si possono effettuare:
– VISITA OCULISTICA
– VISITA CARDIOLOGICA ED ELETTROCARDIOGRAMMA
– VISITA PNEUMOLOGICA E SPIROMETRIA
– CONSULENZA PREVENZIONE MALATTIE INFETTIVE
– CONSULENZA SENOLOGICA
– CONSULENZA DIABETOLOGICA E MEDICINA GENERALE
– VALUTAZIONE RISCHIO CARDIOVASCOLARE
– CONSULENZA GINECOLOGICA
– CONSULENZA NEFROLOGICA
– CONSULENZA CARDIOLOGICA
– DONAZIONE SANGUE

Il 7 novembre 2019 alle ore 9.30 nella Sala Mario Marino Guadalupi dl Municipio in piazza Matteotti 1 si terrà l’incontro di sensibilizzazione preliminare aperto alla cittadinanza e dedicato a sottolineare l’importanza della prevenzione. La Tavola rotonda riunirà molti degli Enti e delle associazioni che hanno contribuito alla tappa brindisina della Carovana della Salute e che sono, oltre alla già citata IAPB Italia:

• ASL BRINDISI

• Apulia Diagnostic Mesagne

• FEDER.S.P.EV.

• AISA

• BRINDISI CUORE

• AVIS

• CROCE ROSSA ITALIANA

• ANTEAS BRINDISI


Arrivano a Teramo le visite gratuite

La campagna IAPB Italia onlus per gli over 40 nelle città della Penisola con un Tir ad alta tecnologia. Un tour che durerà fino al 2021.

La campagna di prevenzione per le malattie della retina e del nervo ottico è arrivata in Abruzzo.

Nel tir super-tecnologico di IAPB Italia i cittadini con più di 40 anni potranno farsi visitare gratuitamente nei 100 metri quadrati e quattro laboratori disponibili nella postazione diagnostica mobile. Oggi le visite erano a Teramo dove rimarranno fino al 24 ottobre prima di spostarsi a l’Aquila (25-27), ultima tappa nella Regione. L’iniziativa girerà tutta l’Italia ed è già prevista fino al 2021. Qui le date nelle prossime città.

La grande struttura ambulatoriale su ruote è dotata di 4 postazioni diagnostiche con oltre 100 metri quadrati di spazio nei quali sarà possibile effettuare gratuitamente diagnosi precoci e controlli ad alta tecnologia per prevenire il rischio di cecità. Gli esami previsti sono finalizzati all’individuazione precoce delle principali malattie della retina e del nervo ottico.

PERCHÉ FARSI VISITARE
Glaucoma, retinopatia diabetica e maculopatie rappresentano un insieme di patologie che, complessivamente, riguardano oltre 3 milioni di italiani. Si tratta di malattie che possono provocare cecità e che sono destinate ad aumentare in incidenza man mano che la popolazione invecchia. Le malattie della retina e del nervo ottico, inoltre, sono spesso asintomatiche negli stadi iniziali, mentre diventano molto difficili da curare una volta manifestatesi pienamente. Si tratta, infatti, di malattie che danneggiano i tessuti nervosi. Per questo i danni, una volta fatti, non possono essere riparati. Ecco perché diventeranno sempre più importanti le diagnosi precoci. Ecco cosa ha spinto l’Agenzia Internazionale per la prevenzione della Cecità-IAPB Italia Onlus a lanciare una grande iniziativa di prevenzione.


La prima rete regionale di telemedicina oculistica in Italia

Partirà in Abruzzo grazie a IAPB Italia e al Centro Nazionale di Alta Tecnologia in Oftalmologia con l’idea di “spostare le immagini, non i malati”. L’annuncio dato durante la Campagna di visite gratuite nelle piazze delle città, che continuano a Pescara (19-21 ottobre), Teramo (22-24) e L’Aquila (25-27).

La campagna di prevenzione per le malattie della retina e del nervo ottico raggiunge l’Abruzzo. Nel tir super-tecnologico di IAPB Italia i cittadini con più di 40 anni potranno farsi visitare gratuitamente nei 100 metri quadrati e quattro laboratori disponibili nella postazione diagnostica mobile. Le visite gratuite iniziano oggi a Pescara (19-21 ottobre), per spostarsi a Teramo (22-24 ottobre) e L’Aquila (25-27). L’iniziativa girerà tutta l’Italia ed è già prevista fino al 2021. Qui le date nelle prossime città.

La conferenza per l’arrivo della Campagna in Abruzzo è stata l’occasione per annunciare anche il primo progetto di telemedicina oculistica in Italia che mette in rete le strutture di diabetologia ed oftalmologia a livello regionale. In ogni centro diabetico della regione Abruzzo si fotograferà il fondo dell’occhio. “Le foto verranno mandate al Centro Nazionale di Alta Tecnologia in Oftalmologia – ha spiegato il direttore Leonardo Mastropasqua – e saremo in grado di fare immediatamente una diagnosi permettendo di prendere subito in cura il paziente e portando vantaggi per la Regione e le Asl in termini di spesa e riduzione delle liste d’attesa”. È un progetto che mira “a spostare le immagini e non i malati, avvicinandoci all’esempio della Gran Bretagna nella quale si riescono a fare diagnosi sull’82% dei pazienti”.

“Un progetto di multidisciplinarietà che permetterà di efficientare, risparmiare risorse economiche e portare risultati costantemente controllabili” ha detto l’Assessore alla Salute della Regione Abruzzo, Nicoletta Verì. 

“Le immagini verranno trasmesse ad un reading center per un’analisi e per individuare tempestivamente le patologie oculari – ha spiegato durante la conferenza di presentazione il vicepresidente IAPB Italia Michele Corcio. Lo scopo di tutte queste iniziative, infatti, è diagnosticare per tempo le malattie che possono indurre cecità. Malattie come glaucoma, le maculopatie e retinopatie che sono particolarmente insidiose perché non danno sintomi negli stadi iniziali anche se danneggiano i tessuti nervosi dell’occhio. Malattie che sono gravissime se non curate ma, paradossalmente, sono trattabili con efficacia se diagnosticate tempestivamente. Per questo – ha concluso – bisogna farsi visitare con regolarità anche se non ci sono sintomi”.

Un riscontro è arrivato anche dal Parlamento con l’introduzione nella legge di stabilità 2019, di un primo sostegno alla campagna triennale di IAPB Italia. Il deputato e oculista Paolo Russo, presidente dell’Intergruppo parlamentare ‘Tutela della vista’, conferma che c’è bisogno “di un nuovo ‘new deal’ per la salvaguardia degli occhi. L’Italia è già un campione del mondo nell’oculistica. Dobbiamo diventarlo anche nella prevenzione. Il paradigma, perciò, deve cambiare: obiettivo non è non solo curare le malattie, ma far sì che non insorgano né abbiano la possibilità di svilupparsi”.


Sempre più persone con problemi di vista o addirittura cieche

Il primo rapporto OMS/WHO dice che 2.2 miliardi di persone sono ipovedenti o non vedono affatto. In almeno 1 miliardo si poteva prevenire o si potrebbe curare. Ma il rapporto dice anche che il rischio cresce invece di diminuire. Invecchiamento, povertà dei sistemi sanitari e aumento della popolazione non sono le uniche cause. Diabete, vita al chiuso, lavoro al computer e diagnosi tardive sono altre cause gravi dei problemi alla vista.

In vista della Giornata Mondiale della Vista l’organizzazione Mondiale della Sanità (OMS/WHO) ha rilasciato il suo primo rapporto sulla vista, secondo il quale almeno 2.2 miliardi di persone soffrono di un problema visivo. 1 miliardo di queste non ha ricevuto le cure che avrebbero potuto prevenirlo o non ricevono le cure che potrebbero curarlo.

Le cause di questi rischi per la vista sono molte. E il dato allarmante è che stanno aumentando.

Una parte importante del problema riguarda le risorse. Più povero è un Paese e minore è, tendenzialmente, la capacità di rispondere al bisogno di salute visiva. “È inaccettabile che ci siano 65 milioni di persone cieche quando la loro condizione potrebbe essere risolta con un semplice intervento di cataratta o che 800 milioni di persone facciano fatica ogni giorno perché non possono accedere ad un paio di occhiali”, ha detto il direttore generale dell’Organizzazione Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Ma i problemi alla vista vanno più in profondità e riguardano anche i paesi sviluppati. L’invecchiamento della popolazione e l’incremento conseguente delle patologie degenerative connesse all’età contribuisce ad aumentare il rischio cecità in termini assoluti anche perché – come nel caso del glaucoma – si tratta di malattie asintomatiche negli stadi iniziali. “Per questo – spiega Francesco Bandello, Direttore della Clinica Oculistica dell’Università Vita-Salute-Istituto Scientifico San Raffaele di Milano e Presidente del Comitato scientifico nazionale di IAPB Italia onlus – è importante farsi visitare con regolarità e prima di avvertire un problema. I danni fatti silenziosamente a retina e nervo ottico, non sono riparabili”.

Anche fattori ambientali e stili di vita pesano in maniera crescente. La miopia aumenta perché aumenta il tempo che si passa al chiuso. Passare più tempo all’aperto – dice espressamente l’OMS – ridurrebbe il rischio. Anche lavorare continuamente “da vicino” – ovvero, nella maggior parte dei casi, al computer – affatica l’occhio e aumenta il rischio di miopia. “L’occhio umano – spiega Bandello – è fatto per vedere oltre i tre metri e il continuo mettere a fuoco da vicino lo stanca molto. Forse troppo”.

Infine, ma non certo ultima per ordine di importanza, è la crescita del diabete di tipo 2 a livello mondiale. È un dato importante per la vista perché praticamente tutte le persone con diabete avranno qualche forma di retinopatia nella loro vita. Una malattia che, se non diagnosticata e controllata per tempo, contribuirà ad aumentare il numero di persone cieche e ipovedenti ancora di più.

Comunicato stampa: WHO launches first World report on vision


Oggi è la giornata mondiale della vista

IAPB Italia: “Cogliere l’opportunità delle visite gratuite”. Presso la Presidenza del Consiglio il focus su vista e inquinamento ambientale.

“GUARDA CHE È IMPORTANTE! Inquinamento ambientale e salute visiva” è il titolo della conferenza stampa promossa dall’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità – IAPB Italia onlus in occasione della Giornata Mondiale della Vista. L’incontrosi è tenuto questa mattina, giovedì 10 ottobre, presso la sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri a partire dalle ore 10.

Il messaggio centrale è stato l’importanza di farsi visitare da uno specialista in oftalmologia per diagnosticare tempestivamente delle malattie che, se prese per tempo, possono essere curate, ma che, se lasciate svilupparsi, rappresentano un forte pericolo di cecità: glaucoma e retinopatia diabetica, che diventeranno sempre più diffuse man mano che aumenta l’età media della popolazione.

GUARDA CHE IMPORTANTE! è, infatti, il richiamo alle persone perché approfittino di diverse occasioni per farsi visitare gratuitamente.

LaSocietà Oftalmologica Italiana (SOI)è stata al a fianco di IAPB Italia onlusegli oculisti italiani hanno messo a disposizione in tutto il Paese 30.000 visite gratuite per chi non ha mai effettuato i necessari controlli specialistici. È sufficiente collegarsi al sito www.giornatamondialedellavista.it per riservare un appuntamento, chiamando direttamente lo specialista più vicino indicato nella mappa.  A settembre 2019, inoltre è partita la campagna di prevenzione delle malattie della retina e del nervo ottico. Un ambulatorio su ruote di IAPB Italia ad altra tecnologia raggiungerà le principali città italiane di tutte le Regioni da qui al 2021. Prossima tappa l’Abruzzo tra il 19e il 27 ottobre. Scopri dove

Per Giuseppe Castronovo, presidente di IAPB Italia onlus “il sogno è far sì che non ci siano più ciechi e ipovedenti e si tratta di un sogno che passa per una parola sola: prevenzione. IAPB Italia ha fatto molto e continuerà a fare molto per sensibilizzare le persone. La vista è un dono troppo importante per darlo per scontato. Bisogna averne cura, bisogna farsi visitare con regolarità prima di sentire dei sintomi”.

“Ogni anno – gli ha fatto eco durante la conferenza il presidente della SOI Matteo Piovella –  più di 7 mila oculisti salvano la vista a 1 milione e 700mila persone”. Un risultato che indica sia il livello di qualità dell’oculistica italiana sia la fragilità degli occhi e il bisogno di costante attenzione da dedicare alla vista. “L’occhio – prosegue, infatti, Piovella –  è l’organo più debole e a 40 anni diventa vecchio. È un tema importante, riguarda tutta la popolazione e bisogna continuare a parlarne dicendo che i problemi alla vista non sono un ricordo, non fanno parte del passato. La cecità, al contrario aumenterà se le persone non si assumono la responsabilità di aver cura dei propri occhi”.

Due, infine, le tavole rotonde a conclusione dell’incontro – “L’inquinamento ambientale e gli effetti sulla salute generale ed oculare” e “Proteggere la vista dall’ambiente inquinato” – nelle quali si sono conforntati rappresentanti del Ministero della Salute, esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ricercatori dell’Istituto Superiore della Sanità e molti autorevoli oculisti e specialisti della medicina del lavoro delle università italiane.

È partita la campagna di prevenzione delle malattie della vista di IAPB Italia

Un tir hi-tech attraverserà le principali città italiane per consentire controlli oculistici gratuiti. Il via a Varese; oggi – e fino a giovedì visite –  a Milano per prevenire il rischio cecità.  

È partita la campagna di visite gratuite nelle piazze delle italiane promossa dall’Agenzia Internazionale per la prevenzione della Cecità-IAPB Italia Onlus. Un ambulatorio mobile su ruote offrirà la possibilità di effettuare diagnosi precoci e controlli ad alta tecnologia per prevenire il rischio cecità.

La campagna, avviata il 21 e 23 settembre a Varese, si concluderà nel 2021 raggiungendo le principali città di tutte le Regioni.

Il Vicepresidente di IAPB Italia, Michele Corcio, inaugura la tappa di Varese

La grandestruttura ambulatoriale su ruote è un tir hi-tech dotato di 4 postazioni diagnostiche con oltre 100 metri quadrati di spazio nei quali sarà possibile effettuare gratuitamente diagnosi precoci e controlli ad alta tecnologia per prevenire il rischio di cecità. Gli esami previsti sono finalizzati all’individuazione precoce delle principali malattie della retina e del nervo ottico e sono riservati a chi ha più di 40 anni.

La Campagna di IAPB Italia sarà presente a Milano da oggi 24 settembre a Giovedì 26 in Piazza Melchiorre Gioia. Dal 27 al 29 settembre sarà, invece, a Lodi in Piazza Castello. A seguire raggiungerà l’Abruzzo e, in particolare, L’Aquila, Pescara e Teramo per poi giungere a Napoli, Salerno e Nola in Campania.

Il taglio del nastro da parte dell’Assessore Giulio Gallera

In ogni Regione, inoltre, il tour sarà preceduto da un forum informativo-divulgativo aperto al pubblico, al quale prenderanno parte esponenti della comunità medico-scientifica, i responsabili della gestione dei servizi sanitari regionali e la società civile.

L’inaugurazione è avvenuta a Varese il 21 settembre alla presenza del Presidente della Commissione permanente Sanità e politiche sociali Emanuele Monti. “Si tratta –  ha detto in quell’occasione Michele Corcio, Vicepresidente IAPB Italia – di un’iniziativa ‘manifesto’ che aiuta le persone e stimola le istituzioni ad investire nella prevenzione”.

Tiziano Melchiorre, segretario generale di IAPB Italia e Francesco Boccia, Ministro alle Autonomie Regionali

E le istituzioni erano presenti anche oggi a Milano con il Ministro alle Autonomie Regionali Francesco Boccia e l’Assessore alla sanità della Regione Lombardia, Giulio Gallera accompagnati, nella foto, dal segretario generale IAPB Italia, Tiziano Melchiorre.

Scopri quando effettuare le visite nella tua città su: https://iapb.it/vistainsalute/

PERCHÉ FARSI VISITARE
Glaucoma, retinopatia diabetica e maculopatie rappresentano un insieme di patologie che, complessivamente, riguardano oltre 3 milioni di italiani. Si tratta di malattie che possono provocare cecità e che sono destinate ad aumentare in incidenza man mano che la popolazione invecchia.  Le malattie della retina e del nervo ottico, inoltre, sono spesso asintomatiche negli stadi iniziali, mentre diventano molto difficili da curare una volta manifestatesi pienamente. Si tratta, infatti, di malattie che danneggiano i tessuti nervosi. Per questo i danni, una volta fatti, non possono essere riparati. Ecco perché diventeranno sempre più importanti le diagnosi precoci. Ecco cosa ha spinto l’Agenzia Internazionale per la prevenzione della Cecità-IAPB Italia Onlus a lanciare una grande iniziativa di prevenzione.

La carovana della salute sbarca in Sardegna

Sassari 14 settembre – Cagliari 15 settembre: visite mediche gratuite in piazza previa prenotazione. Tra i controlli anche quelli oculistici, grazia alla collaborazione dellAgenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità – IAPB Italia onlus.

Prevenzione a tutto campo con visite gratuite che spaziano dalla vista all’udito, dal controllo del diabete agli esami neurologici. Tutte visite gratuite su prenotazione, fino a esaurimento posti, offerte nelle piazze delle principali città italiane dalla “Carovana della Salute”.

L’iniziativa, che ha già raggiunto importanti centri come Roma, Bolzano e Bologna, sbarcherà in Sardegna il 13 settembre.

Ecco gli appuntamenti:

Sassari:

  • 13 settembre ore 9 Tavola rotonda di presentazione dell’iniziativa in Sala Angioy, Palazzo della Provincia, Piazza d’Italia
  • 14 settembre Carovana in Piazza D’Italia, Sassari. Visite dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19

Cagliari:

  • 14 settembre ore 10 Tavola rotonda di presentazione dell’iniziativa in Salone Sechi Sede CISL, via Ancona 11
  • 15 settembre Carovana in Piazza dei Centomila. Visite dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19

A bordo dell’Unità mobile oftalmica IAPB, in particolare, verranno effettuati controlli oculistici gratuiti.

La Carovana della Salute è organizzata da FNP CISL nazionale per promuovere stili di vita sani e sensibilizzare la popolazione sull’importanza della prevenzione. Nonostante l’aspettativa di vita sia migliorata, infatti, non sempre la longevità equivale a vivere in salute. Con il progredire dell’età, al contrario, molte malattie tendono ad insorgere – dai tumori alle degenerazioni della retina – e a cronicizzarsi, andando ad incidere in modo determinante sulla qualità di vita delle persone, soprattutto anziane.

Per questo è importante diffondere una cultura di vita sana e una prassi di controlli periodici. La Carovana della Salute risponde a questa esigenza e viene organizzata in collaborazione con l’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità – IAPB Italia onlus e si svolge in partnership con molte importanti realtà italiane legate al mondo della salute oltre che con il patrocinio degli Enti locali interessati.