Appello per i disabili di Haiti

Terremotato haitiano (Fonte: CBM)

Terremotato haitiano (Fonte: CBM)Appello per i disabili di Haiti CBM Italia onlus chiede un sostegno per le sue iniziative in favore dei terremotati dell’isola 27 gennaio 2010 – “Non ci sono parole per descrivere il dolore, il senso di annientamento che paralizza il cuore di fronte al devastante sisma che ha colpito il popolo haitiano”: inizia così l’appello diffuso oggi da una onlus che opera a livello internazionale (CBM). “Perché – prosegue la nota – in questo scenario apocalittico i bimbi disabili, i bambini ciechi, gli uomini e le donne ciechi vivono una tragedia ancor più grave… non vedono, non possono camminare, scappare dalla terra che trema, rispondere a chi li sta cercando, trovare rifugio e cure nelle postazioni di primo soccorso”. Dunque, la onlus chiede un sostegno economico, “indispensabile per curare migliaia di bambini e adulti che rischiano di perdere la vista, che hanno riportato amputazioni, bruciature”. CBM ha un team d’emergenze a Port-au-Prince e opera ad Haiti dal 1976: attualmente è impegnata in sette progetti (dei quali cinque sono nell’area colpita dal sisma del 12 gennaio scorso).

Fonte: CBM Italia onlus