Alimentarsi con cervello contro le malattie retiniche

verdura-verde-cavolo-foto_freedigitalphotos_net.jpg

I due carotenoidi luteina e zeaxantina avrebbero un effetto preventivo, proteggendo la macula dalle patologie degenerative

verdura-verde-cavolo-foto_freedigitalphotos_net.jpgEsistono due sostanze naturali che aiutano a mantenere la retina in salute: la luteina e la zeaxantina, dei carotenoidi noti per i loro effetti protettivi nei confronti della macula. In proposito stato condotto uno studio in vivo pubblicato su Nutrients: a detta degli autori dimostrerebbe “la loro importanza per la salute oculare e la prevenzione di malattie quali la degenerazione maculare legata all’età” (AMD). Infatti quelle molecole sarebbero salutari per i nostri neuroni, compresi quelli fotosensibili.

La ricerca – effettuata presso il Massachusetts General Hospital di Boston e l’Università della Georgia avvalendosi anche della risonanza magnetica – mira a comprendere meglio come i due nutrienti in esame agiscano sugli anziani, in particolare sull’elaborazione delle informazioni visive a carattere spaziale.

I risultati

Lo studio ha dimostrato che l’efficienza neuronale in aree-chiave della corteccia cerebrale deputate all’elaborazione visiva migliora proporzionalmente alle concentrazioni di luteina e zeaxantina: con la risonanza magnetica funzionale è stato possibile osservare che in questo caso servivano livelli d’ossigeno inferiori ossia le medesime aree corticali avevano un minore dispendio energetico.

macula_bulbo_luce_colpisce_centro_retina-fonte-lund_university-fredrik_ghosh-web.jpgDunque la loro azione non sarebbe solo diretta (a livello retinico), ma anche sul piano corticale: secondo lo studio, che ha coinvolto 51 persone con età media di quasi 72 anni, avrebbero un “impatto sulla salute cerebrale e la cognizione degli adulti con età più avanzata, aumentando l’efficienza neurobiologica in una serie di zone coinvolte nella percezione visiva e nelle decisioni”.

Per poter stabilire questo rapporto è stata innanzitutto valutata la concentrazione dei carotenoidi nel siero sanguigno e nella retina, “fortemente correlata all’assunzione quotidiana recente di cibi ricchi di questi nutrienti”.

I cibi che potrebbero proteggere la nostra macula

Com’è noto, è importante seguire una dieta ricca e varia. In particolare sappiamo che le verdure a foglia verde – come gli spinaci e il cavolo – sono un’ottima fonte naturale sia di luteina che di zeaxantina. Quest’ultima è contenuta anche in peperoni gialli e arancioni nonché nelle pesche, mentre la luteina si trova, ad esempio, nel tuorlo. Dunque un aspetto chiave per migliorare il nostro stile di vita è quello di seguire un’alimentazione sana. A livello oculare sappiamo che, oltre agli alimenti citati, sono ad esempio particolarmente salutari il pesce, i mirtilli, le carote, le noci e le mandorle.

Fonti: Nutrients, Insiemeperlavista