Sempre più miopia in Giappone

bimbi_orientali-160pix-web.jpg

Tra i 12 e i 14 anni quasi il 95% dei nipponici ha il vizio refrattivo. Per l’OMS nel 2020 i miopi nel mondo saranno oltre 2,5 miliardi

bimbi_orientali-160pix-web.jpgIl mondo vede sempre peggio da lontano a partire dall’infanzia. Uno studio pubblicato su Jama Ophthalmology, condotto in Giappone su 1478 alunni, attesta che tra i 6 e gli 11 anni è miope il 76,5%, mentre tra i 12 e i 14 anni si arriva quasi al 95%. Invece i bambini affetti da miopia elevata – che può comportare maggiori rischi per la salute oculare – sono, nella prima fascia d’età, il 4% e nella seconda l’11,3%.

In Asia la miopia è particolarmente diffusa, presumibilmente non favorita dagli stili di vita moderni: carenza di attività all’aria aperta e visione protratta da vicino potrebbero contribuire a una progressione del difetto visivo se già esiste una predisposizione (la miopia sarebbe correlata con almeno una cinquantina di geni).bambini_aria-prato-web.jpg

L’aumento della miopia preoccupa anche l’OMS, che ha stimato 2,56 miliardi di miopi entro il 2020. Di conseguenza si prevede un aumento del rischio di distacco della retina, glaucoma e degenerazione maculare (con annesse lesioni retiniche), soprattutto tra coloro che hanno una miopia elevata.

Solo in Italia sono miopi circa 15 milioni di persone e la tendenza è in aumento.

Fonti: Jama Opthalmology, WHO