Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Vita più lunga, ma aumentano i giorni di disabilità

Vita più lunga, ma aumentano i giorni di disabilità Secondo The Lancet il mondo è comunque più in salute che in passato. La degenerazione maculare rappresenta però un problema crescente 27 agosto 2015 - La salute mondiale è migliorata, ma la crescita demografica e l’invecchiamento della popolazione mettono sotto pressione i sistemi sanitari nazionali. In particolare, è aumentato il numero dei giorni trascorsi in disabilità e, a livello visivo, soprattutto quella causata dalla degenerazione maculare (dall’ipovisione alla cecità centrale). È quanto si legge nel nuovo articolo pubblicato dalla rivista The Lancet, che riguarda 188 Paesi (tra il 1990 e il 2013). Due anni fa le cinque cause principali di disabilità mondiale (o di decesso) erano le ischemie cardiache, le infezioni respiratorie, le malattie cerebrovascolari, i dolori lombari e cervicali nonché gli incidenti automobilistici. Tra le malattie oculari si segnalano – per incremento dei giorni di disabilità – la degenerazione maculare (+40,4% tra il 2005 e il 2013), il glaucoma (+15%), la cataratta (+12,5%) e gli errori refrattivi non corretti (+12,5%) come, ad esempio, una miopia elevata. Più in generale il maggior incremento di giorni trascorsi in disabilità si è avuto – nel 2013 rispetto al 2005 – per patologie che colpiscono i sensi, la schiena e il collo, il cuore (ischemie) e la psiche (depressione). Due anni fa in Italia avevamo come “protagonisti” della disabilità i dolori lombari e cervicali, il cuore (ischemie), l’Alzheimer (demenza senile), i sensi (soprattutto vista e udito) e il cervello (ictus).

Fonte di riferimento: The Lancet


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.