Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

UV, il 34% arriva anche sotto gli ombrelloni

Riverbero del sole sul mare e ombrellone (Fonte: freedigitalphotos.net)UV, il 34% arriva anche sotto gli ombrelloni Una ricerca dell’Università di Valencia ha dimostrato che i raggi ultravioletti entrano nel cono d’ombra 22 luglio 2010 - Al riparo dal sole, ma non del tutto: sotto gli ombrelloni mediamente arriva il 34% delle radiazioni ultraviolette. Lo ha dimostrato una ricerca dell’Università di Valencia (Spagna). Dunque, è consigliabile usare i mezzi di protezione anche se in spiaggia ci si ripara, ricorrendo comunque a occhiali scuri dotati di filtri a norma di legge e alle consuete creme solari.Copertina della rivista Photochemistry and Photobiology La ricerca, pubblicata su Photochemistry and Photobiology, è stata basata sull’impiego di sensori: parte della radiazione arriva dal cielo non coperto dall’ombrellone. I risultati hanno dimostrato che, di per sé, un buon tessuto ha comunque un’alta capacità di schermare la radiazione, ma non impedisce che i raggi ultravioletti arrivino lateralmente (provenienti anche dal riverbero e dai riflessi sulla sabbia e sul mare). Un eccesso di radiazione ultravioletta è correlato non solo al melanoma e all’invecchiamento cutaneo, ma anche ad alcune malattie oculari ( cataratta , AMD ), all’indebolimento del sistema immunitario e a danni al Dna. Per questo motivo è sconsigliabile l’esposizione diretta nelle ore più calde. Tuttavia, in giuste dosi i raggi UV si sono dimostrati benefici per la salute umana, ad esempio per curare malattie dermatologiche e per formare la vitamina D3. Secondo alcuni studi internazionali un ‘bagno solare’ può contribuire a ridurre l’ipertensione (vedi anche retinopatia ipertensiva ) e può aiutare a combattere alcuni tumori interni quale quello alla prostata. Leggi: “Proteggere gli occhi dal sole Nota: vedi anche melanoma della coroide . Referenza originale: Utrillas, María P., Martínez-Lozano, José A. y Núñez, Manuel. “Ultraviolet Radiation Protection by a Beach Umbrella“. Photochemistry and Photobiology 86 (2): 449-456, 2010. Doi: 10.1111/j.1751-1097.2009.00677.x.

Fonte: SINC FECYT - Spanish Foundation for Science and Technology


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.