Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Teniamo d’occhio l’arginasi

Vasi sanguigni della retinaTeniamo d’occhio l’arginasi
Si tratta di un enzima che, in quantità eccessive, può essere un segno della retinopatia diabetica

26 agosto 2009 - Teniamo d’occhio l’arginasi: questo enzima, se presente in quantità eccessive nell’organismo, può contribuire a danneggiare i vasi sanguigni dell’occhio. Dunque, secondo ricercatori del Medical College of Georgia (Usa), è essenziale monitorarlo perché - approntando eventuali terapie per ridurne i livelli nel sangue - si potrebbe fermare la progressione di malattie che possono provocare la cecità come, ad esempio, Occhio al diabete, se non curato può provocare gravi danni alla vistala retinopatia diabetica.

Questa ricerca - pubblicata sul numero di agosto di The American Journal of Pathology - è interessante perché i livelli di arginasi potrebbero essere considerati una spia per eventuali malattie oculari silenti. Più in generale, il modo in cui l’enzima regola le infiammazioni potrebbe portare in futuro a terapie per curare malattie che colpiscono non solo gli occhi, ma anche altri organi.

“Sappiamo che nei diabetici - ha concluso R. William Caldwell - c’è una maggiore incidenza di attacchi cardiaci e sappiamo che la vista è un senso che soffre molto col diabete. Abbiamo scoperto che l’arginasi è un minimo comun denominatore”.

Fonte: Medical College of Georgia (T. Baker)

Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.