Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Staminali ottenute dal grasso

Cellule retiniche in coltura ottenute da staminali. (Fonte PLoS Biology, Aug.2009, vol.7, iss.8, p.10) Staminali ottenute dal grasso Secondo una ricerca californiana così è più facile ringiovanire le cellule per rigenerare i tessuti 9 settembre - Il grasso umano contiene una

Fonte di cellule che possono essere ringiovanite con più facilità e usate per riparare i tessuti danneggiati. La scoperta è stata fatta in California: i ricercatori sono riusciti a riprogrammare geneticamente le cellule adipose adulte, più facili da moltiplicare e da mantenere in coltura: rappresentano una sorgente ideale di staminali autologhe (ossia dell’individuo stesso, che permettono di evitare il rigetto). Se in precedenza sono state utilizzate cellule adulte della pelle (clicca qui), il Prof. Joseph Wu e i suoi collaboratori dell’Università di Stanford (Usa) si sono resi conto che il grasso consente di ricavare staminali quasi al doppio della velocità e in modo circa 20 volte più efficiente. Una sorta di ‘miniera’ ricavata dal grasso in eccesso di persone di età compresa tra i 40 e i 65 anni; sono poi stati usati quattro ‘interruttori’ genetici per riportare le cellule adulte allo stadio indifferenziato, usando come vettore un virus svuotato del suo contenuto: una volta tornate staminali, possono essere guidate in modo da generare diversi tessuti dell’organismo (muscoli, tendini, ossa, neuroni, retina, ecc.). Inoltre, non è stato necessario alimentare artificialmente le cellule, riducendo così alcuni effetti collaterali.Staminali riprogrammate (ringiovanite intervenendo sul Dna di cellule adipose adulte) si trasformano in neuroni In conclusione, in futuro con questo metodo “si potrebbe – scrivono i ricercatori – ridurre significativamente il tempo di attesa richiesto ai pazienti per le cure rigenerative”. Grazie alla liposuzione, quindi, si potrà contare su cellule di ricambio. Insomma, non tutto il grasso… vien per nuocere! Referenza originale: “Feeder-free derivation of induced pluripotent stem cells from adult human adipose stem cells,“ by Ning Sun, Nicholas J. Panetta, Deepak M. Gupta, Kitchener D. Wilson, Andrew Lee, Fangjun Jia, Shijun Hu, Athena M. Cherry, Robert C. Robbins, Michael T. Longaker, and Joseph C. Wu (clicca qui per l’articolo integrale)

Fonti: Stanford University, PNAS

Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.