Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Sottoscritto un accordo contro la retinopatia diabetica

Sottoscritto un accordo contro la retinopatia diabetica Firmato il 13 novembre 2012 a Roma un protocollo d’intesa tra la IAPB Italia onlus e l’ Italian Barometer Diabetes Observatory Combattere il diabete è una priorità sanitaria mondiale anche per i danni che causa alla vista. La retinopatia diabetica , infatti, è una delle ’piaghé mondiali della salute oculare: è importante diagnosticarla tempestivamente per evitare gravi danni retinici. Per offrire un’adeguata prevenzione è stato sottoscritto il 13 novembre 2012 a Roma un protocollo d’intesa tra l’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus, attraverso il suo Presidente Giuseppe Castronovo, e l’Italian Barometer Diabetes Observatory, il cui presidente è il Prof. Renato Lauro (Rettore dell’Università capitolina di Tor Vergata). “Il diabete – si sottolinea nel protocollo d’intesa – è una malattia molto frequente tra gli anziani: ne soffre circa il 12% degli ultra sessantacinquenni italiani. Sebbene questa patologia sia oggi controllabile, va diagnosticata ed affrontata in tempo e soprattutto non sottovalutata, in quanto, se mal curata, rappresenta un importante fattore di rischio per le malattie cardiovascolari, per le infezioni, per le malattie oculari, per le malattie nervose, tutte fortemente invalidanti per la vita normale”. Nei Paesi industrializzati la retinopatia diabetica, insieme alla degenerazione maculare senile e al glaucoma , è una delle principali cause di cecità. “Una persona anziana, che abbia il diabete da 10 anni, ha – si osserva nel protocollo d’intesa – circa il 70% di probabilità di contrarre la retinopatia diabetica”.

Pagina pubblicata il 14 novembre 2012.

Ultima modifica: 16 gennaio 2013


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.