Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Se la salute paga un conto salato

Se la salute paga un conto salato Secondo l’Oms ogni giorno si consuma mediamente circa il doppio del sale necessario. Aumenta così il rischio d’ipertensione e di retinopatia Si è celebrata il 29 settembre 2014 la giornata mondiale del cuore assieme all’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Però i riflettori non sono stati puntati sulle “dolcezze” del cuore, bensì sui rischi che comporta una dieta troppo salata. Mediamente, infatti, ne mangiamo circa 10 grammi al giorno ossia il doppio del necessario. Consumandone invece meno di 5 grammi al dì si stima che si possano prevenire 2,5 milioni di morti l’anno. Troppo sale sugli alimenti significa maggiore rischio ipertensione, con un aumento della probabilità di essere colpiti da aterosclerosi, ictus, retinopatia ipertensiva e malattie cardiache. Si stima che circa l’80 per cento delle patologie cardiovascolari possano essere evitare controllando quattro fattori di rischio: il fumo, una dieta scorretta, l’inattività fisica e l’abuso di alcol (mentre si ritiene che un bicchiere di vino ai pasti faccia bene). Si stima che solo l’infarto e l’ictus mietano circa 17,3 milioni di vittime l’anno e che siano, pertanto, la prima causa di decesso. Secondo l’Oms una dieta corretta prevede almeno cinque porzioni di frutta e/o verdura al giorno e un consumo moderato di sale (meglio se iodato). Mangiare frutta e verdura è importante anche per la vista. Fondamentale è seguire una dieta varia non rinunciando neanche al pesce (che contiene omega-3 e omega-6 benèfici per la retina). Infine, l’Oms raccomanda per gli adulti almeno due ore e mezza d’attività fisica la settimana e un’ora di sport al giorno per bambini e adolescenti (attività da moderata a intensa).

Fonti: Who, World Heart Federation, InterAmerican Heart Foundation, Oms-Factsheet

Pagina pubblicata il 29 settembre 2014. Ultimo aggiornamento: 30 settembre 2014


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.