Salta il menù
Vai alla pagina dona ora
Dona oraSostienici con il 5x1000

Notizie

Gli italiani hanno problemi a curarsi

Uno su quattro rinuncia a visite specialistiche, uno su due ai medicinali

La crisi economica continua a colpire anche sul piano della salute. Nell’ultimo anno quasi un italiano su due (45%) ha rinunciato all’acquisto di un farmaco. Uno su quattro (26%), invece, ha rinunciato almeno a una visita medica (soprattutto a terapie riabilitative e a visite odontoiatriche).

È quanto emerge dall’indagine Doxa intitolata “Nuove povertà e bisogni sanitari”. Il Rapporto – presentato a Roma recentemente dalla Fondazione Banco Farmaceutico onlus – analizza lo stato di salute degli italiani e le loro difficoltà ad accedere alle cure, evidenziando i profili delle categorie più a rischio.

Malattia rilevante in famiglia per quasi metà degli italiani

Il 45% degli italiani dichiara di avere in famiglia almeno un caso di patologia rilevante. Se aumenta il numero delle malattie presenti, aumenta la difficoltà di accedere ai farmaci. Dove è presente almeno una patologia rilevante hanno rinunciato ad acquistarne nel 54% dei casi, con 2-3 patologie rilevanti nel 57% dei casi e con quattro patologie o più nel 64%.

Con l’aumentare del numero delle patologie aumentano anche le difficoltà ad effettuare visite o esami. Le famiglie in cui ne è presente almeno una hanno rinunciato ad una visita medica o a un esame nel 35% dei casi. Quelle con almeno 2-3 patologie rilevanti hanno rinunciato nel 37% dei casi, mentre con quattro malattie o più nel 56%.

I punti principali del Rapporto

Il sondaggio della Doxa può essere sintetizzato nei seguenti punti:

  • il 45% degli italiani ha in famiglia almeno un caso di patologia rilevante;
  • le difficoltà ad acquistare farmaci aumentano con l’aumentare del numero di patologie rilevanti;
  • circa un italiano su due ha dovuto rinunciare ad acquistare farmaci negli ultimi 12 mesi;
  • un italiano su quattro rinuncia almeno una volta all’anno ad effettuare visite mediche o esami specialistici;
  • per una famiglia su tre anche gli esami del sangue rappresentano un sacrificio;
  • un italiano su cinque è in contatto con persone in difficoltà.

Fonti: Bancofarmaceutico.org, Salutenews


Pagina pubblicata il 30 marzo 2017.


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.