Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Riservare attenzione agli stili di vi(s)ta

Riservare attenzione agli stili di vi(s)ta Se ne è discusso al Forum sulla salute che si concluderà oggi
a Roma

26 giugno 2008 - Riservare più attenzione allo stile di vita per
mantenersi in salute o per migliorarla, diminuendo al contempo i costi per la sanità pubblica. Questo è l’imperativo categorico che è
emerso ieri durante il V Forum internazionale dedicato alla salute (Sanit), che
si concluderà stasera a Roma Eur.

Avere uno stile di vita corretto
che, direttamente o indirettamente giovi anche alla vista, significa riservare un’attenzione
particolare all’alimentazione, praticare regolarmente attività fisica (almeno mezz’ora al
giorno), consumare moderatamente alcol, rinunciare al fumo e, ovviamente, non
fare ricorso a droghe. ù consigliabile mangiare tutti i giorni frutta e verdura fresca, specialmente d’estate: l’apporto
vitaminico è importante per prevenire gravi malattie come la degenerazione
maculare legata all’età (AMD). Inoltre, è opportuno bere almeno un litro d’acqua al d“ per ridurre il numero di eventuali corpi mobili vitreali (le cosiddette "mosche
volanti") oltre che per prevenire il rischio di disidratazione.

Il prof. Davide Croce, che
insegna presso l’Università Carlo Cattaneo di Varese, intervenendo al Palazzo
dei Congressi capitolino nel corso della sessione dedicata al “Costo sociale
degli stili di vita”, ha messo in evidenza un paradosso: ha stimato che il 96%
della spesa sanitaria sia dedicato alle cure e all’assistenza, ma ciò inciderebbe solo per il 10% sulla salute effettiva dei cittadini. Invece, secondo il professore universitario, più determinanti
sarebbero - non a caso - gli stili di vita e di lavoro (50%), mentre gli
ambienti conterebbero per il 20% e il patrimonio genetico per la stessa
percentuale. In sintesi: secondo il Prof. Croce si potrebbero ridurre le
malattie principali causa di morte in Occidente, a partire da quelle
cardiovascolari (infarto compreso), passando per l’ictus e i tumori, migliorando innanzitutto le abitudini quotidiane.

Inoltre è
necessario che i cittadini apprendano a prevenire le malattie e non solo a
ricorrere alle cure al momento del bisogno. Ovviamente è fondamentale anche la preparazione e l’aggiornamento di medici, infermieri e dell’altro personale sanitario: “Sappiamo - scrive in una nota Ferruccio Fazio,
neosottosegretario di Stato alla Salute del Ministero del Welfare - che le
conoscenze della medicina sono in rapida evoluzione ed è quindi necessario un
processo formativo continuo”. Per leggere i consigli utili alla vista clicca
qui
. Numero
Verde di assistenza oculistica (tutte le mattine dei giorni feriali, dalle 10
alle 13). Risponde un medico oculista se si scrive anche nel forum del sito della IAPB Italia
onlus
.
Nota: per variare la dimensione dei caratteri
premere il tasto Ctrl e il tasto "+" oppure "-".


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.