Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Quei nei da tenere d’occhio

CASI DI MELANOMA (Fonte grafico: www.aimatmelanoma.org)Quei nei da tenere d’occhio Per evitare il rischio di melanoma cutaneo i nei sospetti vanno asportati. Il sole va sempre preso con cautela 30 maggio 2014 - Il rischio di tumori della pelle non va mai sottovalutato: i nei sospetti vanno controllati e rimossi (anche se sono sulle palpebre). Ad accendere nuovamente i riflettori sul problema è il Policlinico Agostino Gemelli di Roma. Bisogna però agire sul fronte della prevenzione anche con una rapida diagnosi.Melanoma palpebrale “La tempestiva asportazione di un neo che degenera in melanoma – assicura il Gemelli – garantisce la guarigione al 100%”. Infatti, “programmi di prevenzione e diagnosi precoce hanno dimostrato che di melanoma si guarisce”. Sono più a rischio le persone tra i 25 e i 50 anni, soprattutto le donne. Tuttavia il melanoma – che riguarda l’occhio nel 3% dei casi – può colpire chiunque e ad ogni età. In sintesi, le regole citate per godere spensieratamente dell’aria aperta e delle vacanze sono: 1) esporsi al sole gradualmente evitando le ore centrali della giornata (dalle 12 alle 16); 2) far uso di creme solari adeguate, con filtri elevati (30-50), applicandole ogni due ore durante l’esposizione; 3) usare occhiali da sole a norma di legge e, quando necessario, anche un cappellino e una maglietta.

Leggi anche: “ Proteggere gli occhi dal sole ” Vedi anche: “ Melanoma della coroide ” Evento in calendario: 21-22 giugno 2014, Prevenzione dei tumori della pelle con “Gemelli Insieme“ (Lido di Ostia, Roma)

Fonte principale: Policlinico A. Gemelli Ultimo aggiornamento: 3 giugno 2014


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.