Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Proteggere gli occhi dei bambini d’estate

I raggi ultravioletti dei raggi solari possono nuocere alla salute oculareProteggere gli occhi dei bambini d’estate Per prevenire le patologie infantili bisogna sottoporre i piccoli a controlli oculistici precoci, possibilmente sin dalla nascita. Fondamentale è proteggere gli occhi dai raggi ultravioletti 24 maggio 2010 - Evitare di esporre i bambini a una luce solare troppo intensa e in modo prolungato; utilizzare occhiali da sole a norma di legge per filtrare i raggi ultravioletti; stare attenti che la sabbia non finisca loro negli occhi. Sono alcuni dei consigli che l’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus dà a tutti i genitori per l’estate. è certamente opportuno che gli occhi dei piccoli vengano controllati sin dalla nascita. Di questo tema si è parlato al simposio che la IAPB Italia onlus ha tenuto lo scorso 20 maggio a Roma in occasione dell’ultimo congresso della Società Oftalmologica Italiana (SOI). “è importante fare – ha affermato il Prof. Corrado Balacco Gabrieli, Direttore del Dipartimento di ScienzeProf. Corrado Balacco Gabrieli Oftalmologiche dell’Università Sapienza e Vicepresidente della IAPB Italia onlus – la prima visita oculistica alla nascita per vedere se ci sono delle formazioni biancastre dietro alla pupilla che possono fare sospettare patologie gravi dell’occhio (per fortuna molto rare), la seconda intorno ai tre anni e la terza all’inizio della scuola (verso i 6 anni)”. Il decalogo estivo per i genitori che vogliono proteggere gli occhi dei propri bambini è il seguente: 1) Non lasciarli esposti al sole nelle ore centrali della giornata (indicativamente dalle 11 alle 17). 2) Non consentire loro di fare il bagno con le lenti a contatto né al mare né in piscina. 3) Se la sabbia entra loro negli occhi risciacquare abbondantemente con acqua e, se il fastidio oculare persiste, consultare un oculista. 4) Far portare gli occhiali scuri con filtri a norma di legge, soprattutto se è presente molto riverbero. 5) Far indossare un cappellino durante la permanenza in spiaggia e quando il sole è forte. 6) Non portare mai il bambino al mare o in piscina se ha una congiuntivite in atto. 7) Utilizzare filtri solari a protezione elevata, soprattutto nelle fasi iniziali dell’esposizione solare. 8) Portare sempre con sé una scorta d’acqua (che non deve essere né gasata, né gelata) per consentire un’adeguata idratazione. 9) Tenere il bambino in luoghi ventilati o all’aria condizionata (che non deve essere regolata troppo bassa), soprattutto nelle ore più calde. 10) Dare da mangiare al bambino molta frutta e verdura, ma pochi cibi ricchi di zuccheri e di grassi animali.

Leggi anche: “ Mare non a perdita d’occhio Nota: il presente decalogo ha il valore di un consiglio, ma non ha alcuna valenza prescrittiva né può sostituire una visita presso un medico oculista.


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.