Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Oms, ridurre i deficit visivi evitabili

Oms, ridurre i deficit visivi evitabili Nel 2019 si prevede che l’84% dei casi di cecità e ipovisione riguarderà gli over 50 Ridurre i deficit visivi evitabili: bisognerà passare da una prevalenza del 3,18% al 2,37% in cinque anni. È questa una delle priorità indicate dall’Oms nel Piano d’azione globale per il periodo 2014-2019. L’Organizzazione mondiale della sanità punta, in particolare, a ridurre del 25% i problemi visivi più diffusi tra chi ha più di cinquant’anni , principalmente la cataratta e gli errori refrattivi non corretti (ad esempio una forte miopia). Secondo le stime dell’Oms tra un quinquennio, senza interventi decisi, l’84% di tutti i casi di cecità e ipovisione riguarderà gli ultracinquantenni. Quindi bisognerà ampliare la copertura di servizi per la salute oculare completi e integrati in grado di contrastare le principali cause di gravi deficit visivi (correlate, tra l’altro, all’invecchiamento demografico).Edificio Oms a Ginevra Tenendo conto che cecità e ipovisione colpiscono soprattutto le popolazioni più povere, che in otto casi su dieci la cecità e l’ipovisione sono evitabili e che nel 2010 c’erano nel mondo 285 milioni di disabili visivi (dei quali 39 milioni non vedenti), l’Oms ha proposto di perseguire tre finalità principali: 1) obiettivo 1 : raccogliere prove scientifiche sull’entità e sulle cause dei deficit visivi e sui servizi oculistici, e utilizzarle per sensibilizzare gli Stati a un maggior impegno politico e finanziario; 2) obiettivo 2 : incoraggiare l’elaborazione e l’attuazione di politiche, piani e programmi nazionali al fine di migliorare la salute oculare universale; 3) obiettivo 3 : promuovere l’impegno in più settori e partenariati efficaci per il miglioramento della salute visiva. Vedi anche: “OMS, approvato piano mondiale contro la cecitàDocumento di riferimento: “ Salute oculare universale: piano d’azione globale dell’Oms (2014-2019)

Fonti: Oms, Ministero della Salute

Pagina pubblicata il 13 gennaio 2014.

Ultima modifica: 17 gennaio

Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.