Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Omega-3 contro la retinopatia

Quando i vasi della retina proliferano in modo incontrollato possono essere dannosi per la vistaOmega-3 contro la retinopatia Nelle cavie di laboratorio aiutano a prevenire la proliferazione indesiderata dei vasi retinici dannosi 11 febbraio 2011 - I vasi retinici, se si moltiplicano eccessivamente, provocano seri problemi alla vista. Proprio nel tentativo di bloccare questa proliferazione incontrollata di capillari sulla retina un’équipe internazionale di ricercatori diretta dal Children’s Hospital di Boston (Università di Harvard) ha studiato gli effetti degli omega-3 su cavie di laboratorio. Gli omega-3 sono acidi grassi polinsaturi che si trovano in abbondanza nell’olio di pesce e nei pesci grassi (tonno, salmone, ecc.). È stata confermata la loro efficacia a livello di protezione della retina, dato che limitano i danni provocati dai vasi che, nelle cavie di laboratorio, sono stati artificialmente indotti da un’esposizione eccessiva all’ossigeno: la crescita di vasi tortuosi e fragili può avere come conseguenza le emorragie retiniche e persino il distacco di retina . Dunque, può essere opportuno seguire una dieta ricca di pesce (grassi) ed eventualmente integrarla con complementi alimentari.Cavia di laboratorio La retinopatia è un’importante causa di cecità: solo negli Usa colpisce 4,1 milioni di diabetici e molti nati prematuri (vedi ROP ). Altre 7 milioni di persone sono affette da degenerazione maculare legata all’età ( AMD ), che può colpire la popolazione dopo i 55 anni d’età ed è considerata la prima ragione di riduzione o perdita della vista nei Paesi benestanti. Una rapida crescita anormale di vasi retinici può danneggiare anche il centro della retina, come avviene nella forma umida di AMD (che attualmente viene trattata generalmente con iniezioni di anti-VEGF praticate nel bulbo oculare). In uno studio precedente condotto da L. Smith e collaboratori i topi alimentati con diete ricche di omega-3 hanno manifestato una minor crescita dei vasi sanguigni in misura prossima al 50% rispetto a quelli nutriti con omega-6. La ragione alla base di questo fenomeno è una riduzione dei messaggi che scatenano l’infiammazione nell’occhio. Infine, la crescita di vasi sanguigni sani può inibire la proliferazione abnorme dei vasi dannosi.

Fonti: Children’s Hospital Boston (C. Connolly), Science Translational Medicine .

Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.