Salta il menù
Vai alla pagina dona ora
Dona oraSostienici con il 5x1000

Notizie

Occhio allo yoga se si è affetti da glaucoma

Le posizioni a testa in giù aumentano la pressione intraoculare e possono creare problemi al nervo ottico

Lo yoga e il glaucoma non sono del tutto compatibili. Almeno se, nel praticare questa disciplina, ci si mette a testa in giù o, comunque, col capo in basso.
Infatti uno studio pubblicato su
Plos One mette in evidenza che, in questo caso, la pressione intraoculare sale rapidamente: chi è già affetto da pressione alta dell’occhio non dovrebbe quindi correre rischi perché, nel ripetere alcuni esercizi, si potrebbero favorire danni al nervo ottico (papilla ottica).

Durante lo studio alle persone colpite da glaucoma è stata misurata, in media, una pressione oculare più alta di 2 mm di Alcune posizioni yoga fanno salire la pressione oculare e, se si è affetti da glaucoma, andrebbero evitate (Immagine PloS One)mercurio in alcune posizioni e il suo aumento è stato osservato già un minuto dopo l’inizio dell’esercizio. Anche se la pressione intraoculare è tornata al consueto valore entro due minuti dopo essersi seduti, chi è malato di glaucoma dovrebbe evitare le posizioni a testa in giù.

Estendendo il valore di questi risultati, lo stesso discorso potrebbe essere valido anche quando si fa la verticale o per sport estremi tipo il bunjee jumping. Anche il sollevamento di grandi pesi andrebbe evitato.

Fonti: Plos One, The Mount Sinai Hospital

Pagina pubblicata l’8 gennaio 2016. Ultima modifica: 21 febbraio 2017


Pagina pubblicata il 8 gennaio 2016. Ultimo aggiornamento: 21 febbraio 2017


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.