Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Occhio alla riabilitazione

Sede di Roma Eur del Dicastero della SaluteOcchio alla riabilitazione Il Sottosegretario alla Salute Martini ha incontrato le associazioni dei pazienti 16 marzo 2010 - La riabilitazione dal punto di vista dei pazienti: è stato questo il leitmotiv dell’appuntamento che si è tenuto questa mattina presso il Ministero della Salute (sede di Roma Eur). Da un lato il Sottosegretario allaOn. Francesca Martini, Sottosegretario alla Salute Salute Francesca Martini con gli esperti del dicastero e, dall’altro, le associazioni dei malati hanno parlato della revisione delle linee guida nella riabilitazione. Quest’ultima, infatti, ha sottolineato l’On. Martini, in Italia “è come una tela con grandi buchi: se il paziente capita in questi buchi non ha diritto alla salute”. Di fatto, ha avvertito il Sottosegretario, “la riabilitazione rappresenta oggi una reale emergenza che dobbiamo affrontare a 360° al fine di tutelare il diritto alla salute sancito dall’art. 32 della Costituzione”. Il dicastero intende affrontare questa situazione non solo rivedendo le linee guida, ma anche ricorrendo a una strategia unitaria a livello nazionale che si avvale della collaborazione di cittadini ed esperti. Occorre, dunque, dialogare con i pazienti attraverso un network che coinvolga molti professionisti e associazioni. Il fine ultimo è quello di far sì che l’offerta riabilitativa sia più ampia e accessibile. Quindi, il Sottosegretario ha ripetutamente evidenziato il problema dell’esplosione delle patologie degenerative – legate soprattutto all’allungamento della vita media – e la necessità di una diagnosi precoce nonché di un percorso individualizzato. “Il concetto di salute – ha ricordato ancora l’On. Martini – non è solo legato alla patologia, ma anche alla persona”. “Oggi più che mai lo stato di salute e di benessere di una persona è visto [come] strettamente collegato al grado di autonomia che questa riesce a mantenere nel corso della vita in presenza di patologie (o relativamente ai processi naturali di invecchiamento); per questo – ha concluso il Sottosegretario – ho ritenuto necessaria ed inderogabile una profonda riflessione su questo segmento del nostro sistema di erogazione delle cure che coinvolga, in stretta collaborazione con le Regioni, tutti gli attori“. Si veda la voce maculopatie e AMD. Consulta anche il sito ufficiale del Ministero della Salute

Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.