Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Occhio all’influenza A

Logo OmsOcchio all’influenza A
L’Oms ha dichiarato che si tratta di pandemia: massima allerta sanitaria in tutti gli Stati

12 giugno 2009 - ù giunto al massimo grado il livello di allerta per l’influenza A, più nota come ‘suina’. Lo ha stabilito ieri l’Organizzazione mondiale della sanità, che per voce della sua Direttrice Generale Margaret Chan ha infine optato per la definizione di pandemia (elevata diffusione nel mondo del virus). Si è passati, dunque, dalla quinta alla sesta fase: nel mondo esistono ormai quasi trentamila casi in 74 Paesi diversi, concentrati soprattutto negli Stati Uniti, in Messico, Canada e Australia (in tutto 145 sono stati i decessi - circa lo 0,5% del malati -, di cui oltre cento in Messico).

“Un’ulteriore diffusione è considerata inevitabile” - ha dichiarato Margaret Chan -, nonostante un elevato numero di Margaret Chancasi siano sotto controllo e tutte le procedure siano in atto. “Sappiamo che il nuovo virus H1N1 infetta preferibilmente i giovani. In quasi tutte le aree dove ha colpito con maggior virulenza, la maggior parte dei casi ha riguardato persone con meno di 25 anni. In alcuni di questi Paesi, circa il 2% dei casi è culminato in una malattia grave, spesso con una rapida progressione verso la polmonite (che può essere mortale). Tuttavia, la maggior parte delle infezioni gravi o letali si sono verificate negli adulti tra i 30 e i 50 anni”.

“Nella maggior parte dei casi, se non in tutti - ha proseguito la Direttrice Chan -, i casi più gravi hanno colpito le persone già affette da malattie croniche. In base ai dati preliminari disponibili, per ora limitati, le malattie più frequenti includono quelle respiratorie (in particolare l’asma), le malattie cardiovascolari, il diabete, malattie autoimmuni e obesità”.

Per quanto riguarda, in particolare, l’Italia i casi confermati sono attualmente 67. “Il passaggio dalla fase 5 allaViceministro della Salute Ferruccio Fazio fase 6 - ha dichiarato il Viceministro alla Salute Ferruccio Fazio - era atteso quale conseguenza dell’alta trasmissibilità del virus A/H1N1 nei diversi Stati ma per ora l’infezione non desta preoccupazioni dal punto di vista della gravità in quanto determina solo una sintomatologia paragonabile a quella di una lieve influenza stagionale. Nel prossimo Consiglio informale dei Ministri della Salute dell’Ue definiremo le strategie vaccinali e le azioni per accelerare la registrazione dei vaccini. Ora la priorità è infatti iniziare una strategia vaccinale nel mondo”.

Nei giorni scorsi lo stesso Viceministro aveva consigliato di evitare i luoghi troppo affollati. Per chiarimenti il Ministero del Welfare mette comunque a disposizione un numero verde: è il 1500 (per le risposte alle domande più frequenti clicca qui ).

Fonti: Oms , Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali
Numero Verde di assistenza oculistica (tutte le mattine dei giorni feriali, dalle 10 alle 13). Risponde un medico oculista se si scrive anche nel forum del sito della IAPB Italia onlus .Nota: per variare la dimensione dei caratteri premere il tasto Ctrl assieme ai tasti +/- oppure girare la rotellina del mouse mentre si tiene premuto Ctrl. Ultimo aggiornamento di questa news: 15 giugno 2009, ore 9:38

Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.