Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Progetti

Occhio ai bambini

Campagna di prevenzione dei disturbi visivi nelle scuole dell’infanzia e nelle primarie

Immagine: locandina campagna Occhio ai bambini Prestare attenzione alla salute oculare dei bambini fin dalla più tenera età. Questo è il fine della campagna di prevenzione “Occhio ai bambini” che, iniziata nel 2008, prosegue anche quest’anno. L’iniziativa coinvolge moltissimi piccoli che frequentano le scuole dell’infanzia (3-6 anni), ma dal 2013 è stata estesa anche alle scuole primarie (alunni dai 6 agli 11 anni). In un lustro sono stati visitati circa 20.000 bambini.Controllo oculistico a bordo di una Unità mobile oftalmica

La prevenzione “sale” a bordo

Gli oculisti visitano gratuitamente a bordo un camper attrezzato (Unità mobile oftalmica): così si possono individuare precocemente disturbi e malattie oculari che potenzialmente possono compromettere lo sviluppo dell’apparato visivo (ad esempio l’occhio pigro). L’iniziativa è dell’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus ed è organizzata assieme alle sezioni provinciali dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti (Uici) e ai Comitati regionali della stessa IAPB. Per avere un’idea dei numeri in soli tre anni la campagna ha permesso di effettuare un check-up oculistico a oltre 15.000 bambini frequentanti la scuola dell’infanzia in oltre 50 province italiane.

Circa il 6% dei bambini con disturbi visivi

Secondo i dati raccolti in 12 città (4.306 visite) sono stati diagnosticati disturbi oculari di qualche tipo a circa il 6% dei piccoli; dunque, sono stati Unità mobile oftalmica della IAPB Italia onlusnecessari ulteriori controlli medico-oculistici. Il difetto principale riscontrato in precedenza è l’ipermetropia, ma possono essere presenti anche l’astigmatismo, lo strabismo e la miopia.

Più attenzione da parte dei genitori

I genitori devono stare attenti agli atteggiamenti del proprio figlio, controllando se guardi troppo la televisione da vicino o se assuma posture sbagliate. È importante non solo eseguire un controllo oculistico alla nascita, ma anche in età prescolare (almeno intorno ai 3 anni). Inoltre, è fondamentale stimolare lo sviluppo di una “coscienza sanitaria” precoce: bisogna imparare a prevenire le malattie già nell’infanzia e a correggere eventuali difetti visivi senza esitazioni, seguendo scrupolosamente le indicazioni degli oculisti.

(Approfondisci la notizia sulla campagna in corso)


Pagina pubblicata il 7 gennaio 2016. Ultimo aggiornamento: 6 ottobre 2016


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.