Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Newsletter

Newsletter ottobre 2012

Newsletter Bandiere europeeUe, la paura della cecità Sondaggio condotto su oltre 5000 persone: durante l’invecchiamento la perdita della vista è il problema di salute più sentito dopo la perdita della memoria Il timore di piombare nell’oscurità si aggira per l’Europa. Oltre 5000 persone sono state intervistate in cinque Paesi dell’Unione europea: la paura di perdere la vista preoccupa oltre il doppio delle persone rispetto ai problemi cardiaci, respiratori o al diabete (che, per inciso, può provocare anche retinopatia diabetica). È questa la conclusione di un sondaggio effettuato dal Forum europeo contro la cecità. Per leggere tutta la news clicca qui . Occhio ai bambini in viaggio La campagna di controlli oculistici gratuiti nelle scuole dell’infanzia in una ventina di città nell’autunno del 2012 Nelle scuole dell’infanzia arriva a salvare la vista un’Unità mobile oftalmica, uno speciale mezzo mobile attrezzato con un medico oculista a bordo. Si chiama “Occhio ai bambini” la campagna di controlli oculistici gratuiti rivolti ai bambini dai 3 ai 6 anni: è un’iniziativa dell’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus (in collaborazione con le sezioni provinciali dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti). Tra ottobre e dicembre 2012 la campagna toccherà una ventina di città italiane. Per leggere tutta la news clicca qui . Controllo oculistico La Sicilia negli occhi Proseguono i check-up oculistici gratuiti nell’isola ai fini della prevenzione delle malattie oculari La Sicilia tiene gli occhi aperti nei confronti delle malattie degli occhi e alla loro prevenzione. Nella grande isola l’attività di controllo gratuito – condotta con speciali camper attrezzati chiamati Unità mobili oftalmiche – prosegue almeno fino a dicembre. Per leggere tutta la news clicca qui . Occhio bionico (Immagine: Archives of Ophthalmology) Ciechi con l’occhio bionico Solo poco più della metà dei malati di retinite pigmentosa con l’impianto sperimentale vede qualcosa Solo alcuni non vedenti, quasi esclusivamente malati di retinite pigmentosa, possono ricevere un impianto di retina artificiale. Una volta impiantata questa protesi elettronica, inoltre, solo poco più della metà dei malati – il 54% ossia 15 ciechi su 28 – vede qualcosa e riesce a rilevare oggetti in movimento. Per leggere tutta la news clicca qui . Salviamo dalla cecità chi ha l’AMD umidaIniezione intravitreale di anti-VEGF Lanciata da Per Vedere Fatti Vedere onlus una campagna contro le limitazioni ai trattamenti offerti dal Sistema Sanitario Nazionale “Salviamo dalla cecità decine di migliaia di pazienti con degenerazione maculare senile” (AMD): è questo lo slogan della campagna lanciata questo mese da Per Vedere Fatti Vedere – onlus fondata dalla Società Oftalmologica Italiana (SOI) – con cui si chiede al Ministero della Salute e all’Agenzia Italiana per il Farmaco (AIFA) di abolire i limiti esistenti all’impiego delle iniezioni intravitreali. Per leggere tutta la news clicca qui . Blefaroplastica, il rischio dell’occhio secco Studio Usa: l’operazione alle palpebre provoca secchezza oculare in oltre un quarto dei casi Il rischio di occhio secco è dietro l’angolo in oltre un quarto dei casi se ci si sottopone a un intervento alle palpebre. La blefaroplastica è un’operazione chirurgica generalmente a carattere estetico, ma in alcuni casi può essere necessaria per ripristinare la corretta funzionalità delle palpebre. Per leggere tutta la news clicca qui . Operazione di cataratta Più fumo, più cataratta Il consumo di sigarette negli anziani tende a far opacizzare il cristallino Il cristallino tende a diventare opaco non solo con l’età, ma anche se si fuma. Che esista una relazione tra il consumo di sigarette e la cataratta era già stato ipotizzato, ma ora un’équipe di ricercatori cinesi ha passato in rassegna molti studi scientifici già pubblicati. Per leggere tutta la news clicca qui . Colonia di cellule staminali pluripotenti indotte (iPS). (Foto di S. Tsang) Staminali riprogrammate contro la cecità Cellule della pelle sono state ringiovanite e trasformate in cellule retiniche: cavie cieche hanno recuperato in parte la vista Cellule della pelle sono state ringiovanite e trasformate in cellule per rigenerare la retina. Lo hanno fatto ricercatori della Columbia University (Usa): la sperimentazione è avvenuta su cavie cieche, con risultati incoraggianti. Dopo aver trasformato le cellule adulte di un essere umano in cellule staminali retiniche – grazie a una riprogrammazione del DNA – le cellule “bambine” sono state iniettate sotto la retina di cavie di laboratorio due giorni dopo la loro nascita. Le cavie hanno così beneficiato di un miglioramento della vista parziale ma duraturo. Per leggere tutta la news clicca qui . Per leggere la notizia del Nobel conferito per le ricerche sulle staminali riprogrammate clicca qui . La SOI guarda al Congresso 92° appuntamento nazionale per la Società Oftalmologica Italiana a Roma dal 28 novembre al primo dicembre Dal glaucoma alla chirurgia laser della superficie oculare, passando per la neuroftalmologia e la cataratta. Saranno innumerevoli i temi trattati in occasione del 92° Congresso nazionale della Società Oftalmologica Italiana (SOI), che si svolgerà a Roma dal 28 novembre al primo dicembre. Il Simposio della IAPB Italia onlus sarà dedicato alla retinite pigmentosa. Per leggere tutta la news clicca qui . www.iapb.it


Scheda informativa a cura dell’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus
Leggi le condizioni generali di consultazione di questo sito

Pagina pubblicata il 26 ottobre 2012.

Ultima revisione scientifica: 0000.

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.