Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Newsletter

NEWSLETTER dicembre 2014

Newsletter Facciamo festa con gli occhi aperti Tappi e fuochi d’artificio possono provocare danni oculari, ma i traumi sono prevenibili con alcune precauzioni I traumi oculari sono in “agguato“ anche durante i festeggiamenti. La prevenzione diventa d’obbligo per evitare danni fisici e, in particolare, agli occhi, un organo particolarmente vulnerabile: è la terza parte del corpo a subire traumi dopo mani e piedi. Quando si stappa lo spumante, lo champagne o il vino frizzante oppure quando si esplodono petardi e fuochi d’artificio si corrono diversi rischi: quasi sempre sono però evitabili. Leggi tutta la news Progetto epidemiologico in Abruzzo Indagine pilota sulla salute oculare degli over 50 su un campione di mille persone da metà dicembre Un’indagine sullo stato della salute oculare di mille ultracinquantenni prende il via in Abruzzo. Si tratta della seconda fase di un progetto epidemiologico che viene promosso dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus (attraverso il suo Polo Nazionale). Si fa tra l’altro ricorso a un’unità mobile oftalmica che si sposta sul territorio (camper attrezzato per visite oculistiche) oltre alle classiche strutture sanitarie. Il Progetto nazionale coinvolge anche il CNR. Leggi tutta la news Più controlli oculistici prima della scuolaNeonata prematura Secondo un nuovo studio Usa vanno eseguiti almeno a 3 anni e prima dei sei anni. È tuttavia raccomandabile anche un controllo alla nascita Almeno all’età di tre anni e prima dei sei anni ci sono due appuntamenti da non perdere. Quelli con un oculista. Se, poi, si esegue un controllo oculistico anche alla nascita è ancora meglio: si riducono sensibilmente i rischi di andare incontro a patologie oculari non diagnosticate. Leggi tutta la news Troppa diagnostica per nulla L’abuso di esami inutili secondo il Ministero della Salute mette a dura prova il Servizio Sanitario Nazionale La sanità è centrale per i cittadini, ma l’abuso di esami diagnostici non è affatto sano per la tenuta complessiva del Sistema sanitario italiano. Non solo l’Italia vive un invecchiamento demografico senza precedenti, ma sempre più anziani sono colpiti da diverse malattie croniche. Ciò mette a dura prova la tenuta del Sistema sanitario nazionale nella sua portata universalistica. Leggi tutta la news Salute, aumentate le diseguaglianzeEdificio sede del Censis (Roma) Il sistema di welfare secondo il 48° Rapporto Censis sulla situazione sociale italiana Le diseguaglianze, nel campo della salute, si fanno sempre più pronunciate per gli italiani. La spesa sanitaria privata è tra l’altro cresciuta, con una tendenza all’aumento interrotta solo nell’ultimo anno. Leggi tutta la news Malattie croniche, gli aspetti critici delle politiche sanitarie Presentato un nuovo rapporto di Cittadinanzattiva “Inefficienze e disservizi sanitari ormai sotto gli occhi di tutti e, nello stesso tempo, costi sempre più alti per i pazienti. I cittadini lamentano ritardi nella diagnosi, difficoltà ad accedere ad alcuni esami a causa del ticket, riduzione dei servizi soprattutto a livello ospedaliero e ambulatoriale”. Sono queste le parole con cui Cittadinanzattiva sintetizza il XIII Rapporto sulle politiche della cronicità presentato il 2 dicembre, presso la biblioteca G. Spadolini del Senato, tramite il suo Coordinamento nazionale delle associazioni dei malati cronici. Da cui emerge un Servizio Sanitario Nazionale sostanzialmente in “affanno”. Leggi tutta la news Per un Sistema sanitario più sostenibile Secondo un recente sondaggio bisogna puntare maggiormente alla prevenzione, contenentendo le spese e le inefficenze Il Sistema sanitario italiano, pur essendo considerato uno dei migliori al mondo nella classifica internazionale (anche se spesso non viene percepito come tale dai cittadini), è ovviamente migliorabile. Tanto più che esiste il problema dell’invecchiamento demografico e, dunque, della sostenibilità delle cure di più malati cronici e persone colpite da patologie degenerative. Leggi tutta la news LA IAPB ITALIA ONLUS AUGURA A TUTTI BUONE FESTE Diventa amico della vista: segui la nostra pagina su Facebook o seguici su Tweeter

Scheda informativa a cura dell’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus
Leggi le condizioni generali di consultazione di questo sito

Pagina pubblicata il 22 dicembre 2014.

Ultima revisione scientifica: 0000.

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.