Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Newsletter

Newsletter agosto 2014

Newsletter Istat, le malattie croniche sono più diffuse In Italia si ricorre più spesso alle visite specialistiche e i servizi sanitari pubblici hanno un alto indice di gradimento Più patologie croniche, più depressione, più ricorso a visite specialistiche ad eccezione del dentista. È questo il trinomio che sintetizza il nuovo Rapporto Istat “Tutela della salute e accesso alle cure”. Il quale però evidenzia anche altri aspetti: confrontando il 2013 col 2005 è indicativamente stabile la salute fisica percepita dalla popolazione mentre è in peggioramento quella mentale. Vengono promossi i servizi sanitari pubblici con un voto alto. In Italia diminuiscono i forti fumatori, ma aumentano i giovani che iniziano a fumare. Crescono gli obesi e solo poco più del 20% della popolazione pratica regolarmente un’attività fisica. Leggi tutta la news LEA, Italia spaccata in due Solo metà delle regioni italiane garantisce i livelli essenziali di assistenza sanitaria. Nove regioni promosse in prevenzione dal Ministero della Salute L’Italia è spaccata in due sul piano sanitario. Metà delle regioni italiane (concentrate al Sud) non riesce, infatti, a garantire i livelli essenziali di assistenza (LEA). Il “verdetto“ è contenuto in un documento pubblicato ai primi di luglio dal Ministero della Salute. Al Nord l’unica regione a essere bocciata è il Piemonte, mentre sono complessivamente otto le regioni che hanno superato l’esame nel 2012: Veneto, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Umbria, Toscana, Marche e Basilicata. Cartellino rosso, invece, per le altre regioni, compreso il Lazio. Tuttavia quest’ultimo è stato promosso in prevenzione assieme alle altre otto citate. Leggi tutta la news Check-up oculistici, gli italiani si trascurano Circa il 30% degli italiani non controlla la vista da oltre due anni. Un giovane su due è disattento Poca attenzione per la propria vista da parte degli italiani: il 29,7% non si controlla da oltre due anni . La conclusione è basata su un campione di 37 mila cittadini, di età compresa tra i 18 e i 65 anni, intervistati da Demoskopea. Solo il 23,4%, invece, dichiara di aver effettuato un accertamento negli ultimi sei mesi. Leggi tutta la news Ministero della SalutePatto per la salute definito per il 2014-’16 Il documento del Ministero della Salute tratta di argomenti che vanno dalla sanità digitale all’umanizzazione delle cure Spesa sanitaria, sanità digitale, riabilitazione integrata e umanizzazione delle cure. Sono questi alcuni degli argomenti affrontati dal Patto per la salute 2014-2016. Sotto i riflettori è anche l’esenzione dai ticket: sotto la lente finiranno reddito e composizione del nucleo familiare, sicuramente con criteri più stringenti. Leggi tutta la news Molly Molly in visita al Polo Nazionale Il 4 luglio al Policlinico A. Gemelli una bimba inglese malata di retinite pigmentosa: la sua famiglia vuole farle vivere più esperienze visive possibili Sta accumulando molti ricordi nuovi per quando perderà la vista: parliamo di Molly, una bambina inglese la cui storia ha fatto il giro del mondo. La retinite pigmentosa da cui è affetta è una malattia genetica che porta alla cecità, eppure la sua famiglia non si è rassegnata. In viaggio a Roma dal 3 al 6 luglio 2014, tutta la famiglia di Molly venerdì 4 luglio ha visitato il Polo Nazionale per la Riabilitazione Visiva . Leggi tutta la news Come dimezzare il rischio depressione da AMD Secondo un nuovo studio americano sugli ipovedenti la riabilitazione visiva “integrata” consente di ottenere risultati migliori sui malati di degenerazione maculare legata all’età La riduzione delle capacità visive fino all’ipovisione e alla cecità può trasformarsi in un dramma psicologico. In particolare può causare depressione, ma questo rischio può essere dimezzato grazie una riabilitazione visiva “integrata”, che comprenda anche una psicoterapia. A stabilirlo è un nuovo studio americano in pubblicazione sulla rivista Ophthalmology che ha coinvolto ipovedenti colpiti da AMD (degenerazione maculare legata all’età, una malattia retinica che colpisce il centro della retina). Leggi tutta la news POSIZIONE APERTA PER DUE MEDICI OCULISTI AL POLO NAZIONALE L’ Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità-Sezione Italiana onlus ricerca due oculisti per la realizzazione di progetti del proprio Polo Nazionale di Servizi e Ricerca per la Prevenzione della Cecità e la Riabilitazione Visiva degli Ipovedenti ubicato presso il Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma. Gli interessati in possesso dei requisiti richiesti, come da profilo di seguito specificato, dovranno inviare il proprio curriculum vitae e lettera di presentazione entro il 22 agosto 2014 all’indirizzo e-mail polonazionale@iapb.it. Nel mese di settembre 2014 si svolgeranno i colloqui per i profili ritenuti adatti sulla base dell’analisi dei curricula. Saranno convocati soltanto i profili ritenuti idonei. Leggi tutto il testo Diventa ‘amico’ della vista, clicca ‘mi piace’ nella pagina Facebook della IAPB Italia onlus


Scheda informativa a cura dell’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus
Leggi le condizioni generali di consultazione di questo sito

Pagina pubblicata il 31 luglio 2014.

Ultima revisione scientifica: 0000.

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.