FAI-DA-TE. Chi fa lavori in casa tipo bricolage, specialmente se usa il trapano o l'avvitatore, deve proteggere gli occhi. Il rischio principale è costituito da corpi estranei, che possono viaggiare anche ad alta velocità e provocare danni oculari.

PROTEGGERE GLI OCCHI SULLA NEVE.  In tutti gli ambienti dove c'è molto riverbero, tra cui le piste da sci, è fondamentale proteggersi gli occhi con grande attenzione, in modo da evitare che insorgano patologie oculari a carattere infiammatorio, danni alla conrea o - nei casi più gravi, lesioni retiniche.

OCCHIO ALLE SOSTANZE CAUSTICANTI. Bisogna prevenire in ogni modo le causticazioni oculari impedendo il contatto involontario e, in caso di necessità, utilizzando occhialini di protezione. I bambini vanno sempre tenuti d'occhio e le sostanze potenzialmente nocive vanno conservate in luoghi inaccessibili. Irrigare l'occhio con acqua tiepida e pulita è il primo rimedio fai-da-te in attesa del pronto soccorso ospedaliero.

3 di 3
La Vista - Consigli utili:
Visualizzazione pagina intera

 Occhio e televisione

 

La televisione danneggia gli occhi?
No, ma può affaticarli. È, quindi, opportuno mantenere una distanza adeguata dallo schermo. Inoltre, per quanto riguarda i bambini, è consigliabile che non superino le due ore di impegno visivo nell'arco della giornata e che vi sia una illuminazione diffusa e uniforme. Lo schermo televisivo emette radiazioni, ma in bassa quantità, che non risultano essere pericolose per l'occhio.
 
Perché è importante l'illuminazione ambientale?
L'illuminazione dell'ambiente circostante riduce lo sforzo visivo poiché determina un intervallo più breve tra stimolo e reazione cerebrale, riducendo in tal modo l'affaticamento visivo. Inoltre, con una corretta illuminazione priva di riverberi e riflessi, l'occhio si rilassa e si ha un miglioramento nella percezione dei dettagli dell'immagine, del contrasto e del colore.
 
Se si ha un difetto visivo e si guarda la tv senza lenti la vista si può ridurre?
Generalmente no, ma è vivamente sconsigliato. Infatti, la visione protratta della televisione senza eventuali occhiali (prescritti da un medico oculista) può provocare non solo affaticamento oculare ma anche mal di testa.
 
Sono importanti le dimensioni dello schermo?
Le dimensioni dello schermo della TV sono importanti perché bisogna osservare la regola della distanza tra schermo e osservatore.
 
Qual è la distanza corretta?
Si misura in base alla lunghezza in cm della diagonale dello schermo, indicata di solito in pollici, moltiplicata per cinque. Ad esempio, una TV a cristalli liquidi da 28” (pollici), con una diagonale di circa 70 centimetri, andrebbe guardata ad una distanza di 0,7x5 = 3,5 metri.
Per quanto riguarda gli schermi ad alta definizione (HD) tale calcolo cambia. Per ricavare la distanza si tiene conto della capacità che l’occhio umano ha di percepire distinti due punti che, studiata e standardizzata, equivale a 1/60 di grado. Questo altro non è che l’angolo visivo più piccolo entro il quale l’occhio umano è in grado di distinguere i pixel che costituiscono l’immagine (schermo a cristalli liquidi o plasma). Tenuto conto di ciò è possibile ricavare il fattore moltiplicante secondo il quale si ricava la distanza di visione ottimale dallo schermo, che varia a seconda del tipo di schermo. Ad esempio, per un Full HD si moltiplica la diagonale dello schermo per 1,5 mentre per quello HD si moltiplica la sua diagonale per 2,3. Naturalmente, tutto ciò va poi valutato in rapporto al singolo caso. Infatti, ad esempio, in un soggetto affetto da maculopatia la distanza dallo schermo può essere ridotta, senza per questo arrecare danni all’occhio.
 
È importante il tipo di schermo?
Sì, gli schermi di nuova generazione (LCD, plasma) hanno sostituito la tradizionale TV a tubo catodico. In questo modo le immagini risultano essere più stabili e più definite, affaticando meno gli occhi se si trascorrono molte ore davanti alla TV.
 
Scheda a cura dell'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus. Per le condizioni di consultazione di questo sito clicca qui.

******************************************************
Pagina pubblicata il 25 febbraio 2010. Ultima revisione scientifica: 6 giugno 2014.


Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità IAPB Italia onlus.
Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.