Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Miopia, un laser per vedere meglio

Foto: apparecchio laserMiopia, un laser per vedere meglio Uno studio ha confrontato due tecniche chiamate LASEK e PRK 31 agosto 2010 - Un ‘duello’ a suon di laser. Il confronto, che sa di sfida, è quello tra due tecniche usate per ridurre o eliminare la miopia : si tratta della PRK e della LASEK (vedi scheda), con cui la cornea viene plasmata per far arrivare i raggi luminosi a fuoco sulla retina. Il laser infatti, modificando la curvatura corneale, è come se ‘scolpisse’ con la sua luce una lente a contatto naturale sulla superficie dell’occhio. La ricerca è stata effettuata su 12 studi che hanno preso in considerazione oltre mille occhi; è stata pubblicata su Ophthalmology, rivista dall’Accademia americana di oftalmologia(AAO). Tuttavia non ha considerato una tecnica, molto diffusa in Italia, chiamata LASIK. Gli studiosi hanno concluso che la LASEK e la PRK sostanzialmente si equivalgono come esiti clinici a sei mesi dall’intervento, con la differenza che, con la prima, si osservano meno opacità corneali a breve termine (a uno e a tre mesi dall’intervento). In ogni caso, con entrambe è stata generalmente ottenuta una buona acuità visiva.

Fonte: Ophthalmology Scheda Tre tecniche laser di chirurgia refrattiva PRK (PhotoRefractive Keratectomy =cheratectomia fotorefrattiva): con questa tecnica si agisce col laser dopo aver asportato l’epitelio corneale (strato più esterno della cornea) modificando la curvatura. Al termine dell’intervento si utilizza una lente a contatto morbida senza potere refrattivo, che ha unicamente lo scopo di proteggere l’occhio durante la ricostituzione dello strato corneale esterno (la riepitelizzazione avviene in 4-5 giorni). Vantaggi : è una procedura tecnicamente facile da eseguire. L’assenza del lembo riduce la possibilità di complicanze a lungo termine. Svantaggi : dolore post-operatorio, maggiore rischio di avere opacità corneali legate all’intervento (haze). La visione risulta appannata subito dopo l’intervento e nei giorni successivi. Lasek : questa tecnica è sostanzialmente paragonabile alla PRK: l’epitelio viene sollevato completamente, ma in questo caso verrà riposizionato sull’occhio dopo il trattamento laser (al contrario nella PRK l’epitelio veniva eliminato). Con questa tecnica, quindi, si solleva l’epitelio corneale, il laser modella la cornea per ottenere il risultato refrattivo sperato e, alla fine dell’intervento, si riposiziona il lembo di epitelio (che viene poi protetto attraverso una lente a contatto). L’epitelio riposizionato protegge la formazione del nuovo epitelio, ma il suo eventuale spostamento non pregiudica il risultato dell’intervento. Vantaggi : dà meno dolore post-operatorio rispetto alla PRK e si corrono meno rischi, almeno a breve termine, di avere opacità corneali legate all’intervento. Svantaggi : più dolore dopo l’operazione rispetto alla LASIK. La visione risulta appannata subito dopo l’intervento e nei giorni successivi. Lasik : si taglia la cornea creando una sorta di ‘sportellino’ (detto anche lembo o flap) ossia si pratica una sezione orizzontale della superficie oculare trasparente. Questa azione si può compiere con una sorta di bisturi di precisione chiamato microcheratomo oppure con un altro laser (chiamato femtolaser). Il lembo viene sollevato e, grazie al laser ad eccimeri, la cornea viene assottigliata; successivamente il lembo viene richiuso ‘richiude’. Vantaggi: con la lasik il paziente solitamente non soffre e dopo l’intervento il recupero visivo è immediato. Svantaggi : la creazione dello sportello (flap) è una procedura più rischiosa e il suo successo dipende molto dall’abilità manuale del chirurgo. Il flap può risultare ancora sollevato a distanza di un anno, non arrivando mai ad una completa adesione con lo stroma sottostante; questo può comportare la possibilità di uno spostamento accidentale in caso di trauma. Inoltre, sono possibili le contaminazioni infettive sotto il flap.


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.