Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Lo stato della sanità italiana

Il Ministro della Salute BalduzziLo stato della sanità italiana Presentata presso il Ministero della Salute la situazione sanitaria del nostro Paese 13 dicembre 2011 - Oltre 60 milioni di abitanti (di cui il 20,3% ha più di 65 anni), una riduzione della mortalità e una diminuzione dei ricoveri ospedalieri. E’ questo il ritratto dell’Italia che oggi è stato tratteggiato a Roma, presso il Ministero della Salute, durante la presentazione della Relazione dello stato sanitario del Paese 2009-2010, durante la quale è intervenuto il neoministro della Salute Renato Balduzzi. Almeno tre le buone notizie: dal 1980 a oggi la mortalità in Italia si è dimezzata anche grazie al miglioramento degli stili di vita e alla prevenzione; il sistema sanitario italiano si può ancora considerare il secondo al mondo (dopo quello francese e in rapporto alla spesa); l’Italia è ai primi posti in Europa per incremento della speranza di vita, tanto è vero che gli uomini vivono mediamente quasi 79 anni mentre le donne circa 84 anni. “La scommessa sulla prevenzione si è rivelata vincente”, ha affermato il Ministro Balduzzi, che ha evidenziato l’importanza dell’appropriatezza delle prestazioni, della riqualificazione della sanità (bisogna ridurre sprechi e inefficienze) e di un adeguato sistema di regole e di controlli. Una carrellata dei contenuti della Relazione sullo stato sanitario del nostro Paese – che pur essendo il frutto di un grande sforzo non è strutturato in modo organico e ha la pecca di trascurare la prevenzione della cecità – si è snodata lungo l’arco della mattinata. Infine il Ministro della Salute ha annunciato che sarà effettuata una mappatura della ricerca sanitaria e biomedica nel nostro Paese. Per leggere la Relazione sullo stato sanitario del Paese clicca qui .

Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.