Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

In salute 67 italiani su 100

In salute 67 italiani su 100 Secondo l’Istat dichiarano di stare meglio gli uomini rispetto alle donne 24 novembre 2009 - Sessantasette italiani su cento si dichiarano in salute. Secondo l’Istat le donne, in fatto di salute, hanno mediamente una percezione peggiore del proprio stato: 63,1% contro il 71,2% degli uomini (ma bisogna considerare che vivono più a lungo). Tra le persone anziane ovviamente la sensazione di benessere diminuisce: tra i 65 e i 74 anni solo il 35,8% dichiara di stare bene e, dopo i 75, la percentuale scende al 20,5. A parità di età, già a partire dai 35 anni emergono nette le differenze di genere: nella fascia di età 35-44 anni l’ 80,2% degli uomini si considera in buona salute contro il 75,3% delle coetanee; ma le differenze maggiori si hanno tra i 65-74 anni (51,9% contro il 31,1%). “Un altro importante indicatore per valutare lo stato di salute di una popolazione – precisa l’Istat – è la diffusione di patologie croniche, soprattutto in un contesto, come quello italiano, caratterizzato da un alto tasso di invecchiamento della popolazione. Il 38,8% dei residenti inCongiuntivite allergica Italia ha dichiarato di essere affetto da almeno una delle principali patologie croniche rilevate”. Le malattie croniche più diffuse sono le seguenti: l’artrosi/artrite (17,8%), l’ipertensione (15,8%: vedi retinopatia ipertensiva), le malattie allergiche (10,2%: vedi congiuntivite allergica), l’osteoporosi (7,3%), bronchite cronica e asma bronchiale (6,2%) e diabete (4,8%: vedi retinopatia diabetica).

Fonte: Istat (Annuario statistico italiano 2009)

Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.