Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Identificati i geni che causano la cecità da edema corneale

Dna rotanteIdentificati i geni
che causano la cecità da edema corneale Un’_quipe spagnola di Granada punta a una nuova terapia 19 settembre 2008 - La terapia genica è una delle
strade maestre per gli sviluppi futuri della medicina. Intervenire direttamente
sul nostro Dna, il codice della vita, può essere risolutivo per diverse
patologie, per cui gli scienziati stanno progressivamente affinando le loro
tecniche terapeutiche. Ricercatori spagnoli dell’Università di Granada e
dell’Ospedale San Cecilio sono riusciti a capire quale sia la base genetica
della cecità causata da un edema corneale: la superficie dell’occhio diventa
opaca, provocando una forte riduzione visiva.

L’edema è un’opacizzazione della cornea dovuta
all’accumulo di liquidi nei tessuti corporei. Si è individuato, infatti, il
meccanismo che impedisce di mantenere la trasparenza della superficie oculare e -
agendo a livello genetico - si potrebbe un giorno riuscire a bloccarlo. Il fine
della ricerca è stato quello di studiare i meccanismi genetici della barriera
endoteliale, ossia di quello strato interno della cornea che apporta nutrimento
ai livelli più esterni dell’occhio.

Se tale barriera si danneggia - ad esempio a causa di
traumi, invecchiamento o interventi di cataratta - le cellule disperse si
ingigantiscono e aumentano il loro contenuto di ioni, potassio eCornea cloro. Dunque
il fine della ricerca è stato “riparare la barriera endoteliale, prevenire
l’edema corneale e, perciò, impedire la perdita di trasparenza che ha come
conseguenza la cecità”. L’_quipe spagnola è riuscita ad individuare i geni
responsabili di questo processo.

Queste scoperte potrebbero portare a nuovi trattamenti
efficaci contro l’edema corneale. Gli scienziati spiegano che potrebbe non
essere troppo lontano il giorno in cui si potranno utilizzare dei colliri che
potrebbero avere un effetto a livello genetico, il che potrà significare poter
rimediare tempestivamente o attenuare le alterazioni patologiche.

Fonte: University
of Granada
(Science News)
Numero
Verde di assistenza oculistica (tutte le mattine dei giorni feriali, dalle 10
alle 13). Risponde un medico oculista se si scrive anche nel forum del sito della IAPB Italia
onlus
.
Nota: per variare la dimensione dei caratteri
premere il tasto Ctrl assieme ai tasti +/- oppure ruotare la rotellina del mouse
mentre si tiene premuto il tasto Ctrl.


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.