Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

I tuoi occhi, il tuo mondo

I tuoi occhi, il tuo mondo
Il 19 giugno a Putignano (Ba) incontro con i cittadini per chiedere informazioni sulla degenerazione maculare legata all’età

17 giugno 2009 - Prima si iniziano a vedere ondulate le linee rette al centro del campo visivo dove, in seguito, può comparire una macchia nera. Se avete più di 50 anni potresteVisione di malato di AMD (stadio avanzato) essere colpiti dalla degenerazione maculare legata all’età (AMD o DMLE); dunque, occorre quanto prima che vi sottoponiate a un controllo oculistico. Cos’è e come si cura questa malattia oculare? Per capirlo venerdì prossimo si tiene in Puglia un incontro nell’ambito della Campagna “Qualità della Visione-I tuoi occhi, il tuo mondo”:

Appuntamento a Putignano (Bari) il 19 giugno, alle ore 17.30, presso l’Auditorium “Luce e Vita”-Parrocchia S. Filippo Neri in Piazza della Repubblica.
Relatori dell’incontro, aperto al pubblico, il dottor Severino Santoro, Direttore Struttura Complessa di Oculistica, Ospedale Putignano-ASL Bari, il dottor Nicola Lavermicocca, Dirigente Medico Struttura Complessa di Oculistica, Ospedale Putignano - ASL Barieil dottor Luigi Iurlo, Presidente Unione Italiana dei Ciechi e degli ipovedenti (UICI-Onlus)-Sezione Provinciale di Bari.

Gli oculisti parleranno di prevenzione e spiegheranno come riconoscere i primi sintomi di questa malattia che può portare a cecità. Poco conosciuta, ma già diffusa. Ne esistono due tipi: una secca, a più lenta evoluzione (85% dei casi), attualmente non curabile, e una umida (più grave), che può essere trattata con iniezioni nel bulbo oculare.

Avv. Giuseppe Castronovo“La DMLE è una malattia di grande rilievo sociale, per le conseguenze sulla qualità della vita del singolo paziente e per la crescente diffusione legata al progressivo invecchiamento della popolazione - dichiara l’Avv. Giuseppe Castronovo, Presidente Nazionale dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità-IAPB Italia onlus -. Crediamo molto in questa iniziativa a sostegno della prevenzione che, grazie alla preziosa collaborazione delle nostre sezioni presenti su tutto il territorio nazionale, consente di informare sulla DMLE in modo corretto e capillare”.

Sensibilizzare a una maggiore attenzione alla salute degli occhi, riconoscere i possibili problemi visivi sin dai primi segnali, evitare di sottovalutarli, ricorrere a controlli periodici presso uno specialista: questi i suggerimenti al centro di una serie di incontri in diverse città italiane.

Decifrare i primi segnali di alcune malattie è indispensabile per non rischiare danni invalidanti e spesso irreversibili. La degenerazione maculare legata all’età provoca un deterioramento progressivo della macula, la zona centrale della retina, responsabile della visione distinta: per questo risulta impossibile compiere anche le più semplici attività quotidiane (come svolgere dei lavori domestici, guidare, usare il telefono, ecc.). Le persone vanno incontro in genere anche a difficoltà motorie e ad un aggravio psicologico, tanto che, secondo recenti studi, i pazienti affetti da questa patologia risultano vivere una condizione psicologica addirittura peggiore di quelli colpiti da altre patologie croniche.

Al pubblico viene distribuito il Test di Amsler, lo strumento attraverso il quale chiunque può valutare tempestivamente la comparsa dei sintomi che possono far pensare all’insorgenza della degenerazione maculare legata all’età. (Per la versione on-line del test clicca qui).

Nota: La Campagna “Qualità della Visione” è Sostenuta dalla Sezione Italiana dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità-IAPB Italia onlus che rappresenta in Italia l’AMD Alliance International e dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (UICI onlus locale), col contributo di Novartis.

Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.