Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Glaucoma, una minaccia per la guida

Campo visivo tubulare (stadio avanzato di glaucoma)Glaucoma, una minaccia per la guida Se il campo visivo si è ridotto si potrebbero non percepire situazioni di pericolo 21 maggio 2010 - La visione ‘a tubo’ è nemica della sicurezza stradale. I malati di glaucoma che hanno subito una riduzione del campo visivo è opportuno che rinuncino alla guida: potrebbero non percepire situazioni di pericolo nelle aree periferiche. Lo conferma una ricerca condotta in Inghilterra, che ha monitorato i movimenti oculari rapidi (sàccadi) in relazione a situazioni di traffico stradale proposte sotto forma di clip. “Il glaucoma – esordiscono i ricercatori su PLOS One – è una neuropatia cronica progressiva che colpisce le vie ottiche: è la causa più comune di cecitàCurva della strada.</p>
<p>Fonte: freedigitalphotos.nethttp://www.iapb.it/images/Strada-curva-freedigitalphotos.jpg" /> irreversibile nel mondo” (secondo l’Oms colpisce il 10,1% dei disabili visivi a livello planetario). Per poter valutare il grado di rischio è stato impiegato l’HPT, un test di percezione del pericolo, introdotto nel 2003 in Gran Bretagna per valutare – in sede di esami per la patente – la capacità di percepire situazioni stradali potenzialmente pericolose. Si sono mostrati agli esaminandi 26 brevi filmati (dai 40 ai 73 secondi di durata), che contengono da una a tre situazioni rischiose. I partecipanti sono stati posti a 1,20 m dallo schermo; dopodiché è stato utilizzato uno speciale dispositivo per Ragazza con dispositivo per monitorare i movimenti ocularimonitorare i movimenti oculari (eye-tracker). Ebbene, in alcuni casi ci si è resi conto che i glaucomatosi non percepiscono il rischio stradale. Mediamente essi hanno più sàccadi e punti di fissazione del gruppo di controllo (sano). Per quanto riguarda l’Italia, per poter guidare il codice prevede che si abbiano visione binoculare, campo visivo normale, senso cromatico sufficiente e visione notturna sufficiente. A livello di acuità visiva, per il conseguimento della patente A e B, la vista deve essere di 10/10 complessivi (con almeno 2/10 per l’occhio che vede meno). Però le due lenti devono avere al massimo una differenza tra loro di tre diottrie. Scheda utile: “ Viaggiare in sicurezza sulle strade

Fonti principali: PLOS One , OMS.


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.