Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Eventi

Giornata mondiale della salute

OMS (Ginevra)La Giornata mondiale della salute guarda agli anziani Si è celebrata il 7 aprile con l’Organizzazione mondiale della sanità: uno stile di vita sano può allungare la vita Rimanere sani e in forma può farci vivere più a lungo. Questo è stato il filo rosso della Giornata mondiale della salute che si è celebrata il 7 aprile per ricordare il giorno di fondazione dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Signore anziane (Foto: own.org.au)“In questo secolo – ha annunciato l’Agenzia Onu per la salute – il mondo avrà presto più anziani che bambini”. Non solo si potrà vivere ancora di più, ma sarà sempre più importante una vecchiaia attiva, coinvolgendo la terza età a tutti i livelli della società. Uno stile di vita sano è ovviamente fondamentale: occorre praticare regolarmente un’attività fisica moderata, mangiare in modo vario e non fumare. Inoltre la principale sfida è quella della prevenzione e della cura di malattie non trasmissibili quali il diabete (che può provocare retinopatia), patologie cardio-circolatorie (vedi anche retinopatia ipertensiva), l’ictus e i tumori. L’Organizzazione mondiale della sanità ha invitato ad affrontare l’aumento dell’età media mondiale pensando anche “al tipo di società che si vuole creare, considerando le politiche e le azioni che dobbiamo mettere in atto per anticipare e rispondere all’invecchiamento demografico“. C’è anche una ricorrenza che riguarda più da vicino i nostri occhi: è la Giornata mondiale della vista che ogni anno l’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus celebra, invece, il secondo giovedì di ottobre con l’Oms.

Fonte principale: Oms

Pagina pubblicata il 26 marzo 2012. Ultimo aggiornamento: 11 aprile.


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.