Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Giochi di luce per una diagnosi precoce

Aberrometria (cornea)Giochi di luce per una diagnosi precoce In Spagna si è usato l’aberrometro per individuare due malattie oculari come l’AMD e la cheratite 27 novembre 2009 - Cercano di prevedere il futuro clinico dei pazienti studiando la luce che viaggia nei loro occhi: le strutture oculari lasciano delle ‘impronte’ impalpabili che vengono analizzate mediante uno strumento chiamato aberrometro . Parliamo di ricercatori spagnoli dell’università di Granada, che si sono cimentati nella diagnosi di due malattie oculari: la cheratite , che colpisce la superficie oculare trasparente ( cornea ), e laCornea (superficie oculare trasparente a forma di calotta, posta davanti alla iride) degenerazione maculare legata all’età ( AMD ), che può danneggiare il centro della retina fino alla cecità. Il principio è semplice: si studiano eventuali distorsioni della luce durante il suo tragitto attraverso le diverse strutture dell’occhio (non solo cornea e retina , ma anche umor acqueo, cristallino e corpo vitreo ). Come? Analizzando una mappa colorata che rappresenta i diversi gradi di distorsione delle immagini: le anomalie rilevate sono utili per diagnosticare precocemente alcune malattie oculari. La cornea, ad esempio, se colpita da Visione deformata di una griglia in un malato di AMDcheratite devia in modo anomalo i fotoni che l’attraversano, mentre l’AMD – modificando la morfologia della retina – può essere individuata analizzando la luce riflessa (è come se un’immagine rimbalzasse su uno specchio deformante). Per poter effettuare i test gli scienziati hanno confrontato i risultati dell’aberrometria degli occhi sani con quelli malati della stessa età.Mappe ottenute con aberrometria (confronto tra diversi occhi) Dunque Carolina Ortz Herrera, una delle autrici dell’articolo (che sarà pubblicato su Current Eye Research), ha dichiarato che questo lavoro “potrebbe essere di particolare interesse per effettuare una diagnosi precoce di certe malattie, come la degenerazione maculare senile, la principale causa di perdita della visione centrale nei Paesi sviluppati”. Infatti, secondo l’Oms in questi Stati l’AMD (la cui forma secca, quella più diffusa, è attualmente incurabile) ha già devastato la vista di 41 persone su 100, rendendole cieche (la perdita di funzionalità della zona più sensibile della retina, chiamata macula, fa perdere la visione al centro del campo visivo, indispensabile per leggere, guidare, riconoscere le persone, ecc.). “L’aberrometria – ha spiegato Silvia, medico oculista dell’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità (IAPB Italia onlus) – è un esame strumentale che non viene utilizzato di routine, nella pratica clinica, per la valutazione delle patologie oculari. Tuttavia, rientra tra gli esami preliminari che vengono richiesti prima della chirurgia refrattiva ( laser a eccimeri ). Può essere anche utilizzato, come hanno fatto i ricercatori dell’Università di Granada, per individuare precocemente malattie come l’AMD e la cheratite”. Note: Liquido salino posto tra la superficie oculare e il cristallino.

Fonti: Università di Granada (Spagna), Oms.


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.