Salta il menù
Vai alla pagina dona ora

Notizie

Diagnosi precoce per l’occhio pigro

Diagnosi precoce per l’occhio pigro Uno scanner laser messo a punto dal Children’s Hospital di Boston consente di diagnosticare anche gli strabismi 11 luglio 2011 - Una nuova tecnologia come ‘antidoto’ all’ occhio pigro . Un apparecchio messo a punto dal Children’s Hospital di Boston consentirebbe di diagnosticare precocemente un difetto nell’allineamento oculare ( strabismo ) e/o la ‘disattivazione’ della funzionalità di un occhio. Il dispositivo effettua una scansione delle strutture oculari – che dura due secondi e mezzo – mediante un laser a bassa potenza. Così lo specialista può capire più facilmente se sia presente un’ambliopia. Generalmente l’oculista procede al bendaggio dell’occhio sano per far sì che l’occhio ‘impigrito’ torni in forma. “Una volta che il bambino ha raggiunto l’età scolare, il trattamento – ha dichiarato David Hunter, direttore del Dipartimento di Oftalmologia del Children’s Hospital – è meno probabile consenta di ripristinare una visione [ottimale]. Vorremmo davvero iniziare a trattarli a tre anniFoto: bambino affetto da ambliopia e strabismo o prima”. Infatti, se l’ambliopia viene diagnosticata precocemente, ricorrendo al bendaggio si possono sviluppare i circuiti cerebrali deputati alla visione dell’occhio malato. In questo modo si potrà avere una buona visione in età adulta. L’apparecchio è stato testato su 202 bambini e giovani dai 2 ai 18 anni, dei quali 48 avevano una visione assolutamente normale. “Lo scanner – riferisce l’ospedale pediatrico di Boston – ha avuto complessivamente una sensibilità e una precisione del 96% nel rilevare l’ambliopia o lo strabismo in rapporto ai test oftalmologici classici (gold-standard)”.

Fonte: Children’s Hospital Boston


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.