Salta il menù
Vai alla pagina dona ora
Dona oraSostienici con il 5x1000

Notizie

Combattere le malattie non trasmissibili

L’OMS indica gli stili di vita errati che favoriscono molte patologie, quali il diabete o i tumori. Istituita una nuova Commissione indipendente

Fumare, seguire una dieta malsana, abusare dell’alcool, essere sedentari. Sono questi i quattro stili di vita sbagliati finiti sul banco degli “imputati”. A condannarli senza attenuanti è l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), in occasione dell’Istituzione di una Commissione indipendente di alto livello, composta da capi di Stato e ministri [1].

Occhio, si rischia la vita

Ben sette decessi su dieci, a livello mondiale, sono causati da malattie non contagiose (quali diabete [2], tumori, malattie cardiache, malattie polmonari), a cui contribuiscono soprattutto i quattro stili di vita errati sopra citati.

Oltre 15 milioni di persone d’età compresa tra i 30 e i 70 anni perdono la vita ogni anno per patologie non trasmissibili. I Paesi a reddito medio-basso ne sono sempre più colpiti, con circa metà delle morti premature globali.

L’OMS scrive:

Molte vite possono essere salvate dalle malattie non trasmissibili mediante una diagnosi precoce e un migliore accesso a trattamenti affidabili e di qualità, così come mediante una strategia governativa generale che miri a ridurre i principali fattori di rischio.

Malattie non contagiose: primo “killer” evitabile

Bisogna aumentare gli sforzi mondiali per prevenire e controllare le malattie non trasmissibili, prima causa di mortalità globale evitabile. Lo ha affermato il Presidente dell’Uruguay Tabaré Vázquez (ora anche co-Presidente della neo Commissione OMS), il quale ha osservato che “c’è così tanto che possiamo fare per salvare e prenderci cura della gente, proteggendo ogni persona dal tabacco, dall’abuso d’alcol, dai cibi malsani e da bevande zuccherate, offrendo alla gente i servizi sanitari di cui hanno bisogno per fermare le malattie non trasmissibili”.

Fonti: OMS, Quotidiano Sanità

[1A capo della Commissione OMS contro le malattie non trasmissibili ci sono, con un incarico condiviso, il Presidente dell’Uruguay Tabaré Vázquez; il Presidente dello Sri Lanka President Maithripala Sirisena; il Presidente finlandese Sauli Niinistö; Veronika Skvortsova, Ministro della Salute della Federazione Russa; Sania Nishtar, già Ministro federale pachistano

[2che, a lungo andare, può causare retinopatia diabetica


Pagina pubblicata il 19 febbraio 2018.


Condividi su:

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.