Salta il menù
Vai alla pagina dona ora
Dona oraSostienici con il 5x1000

Parti dell’occhio

Congiuntiva

Cos’è?

La congiuntiva è la mucosa trasparente che ricopre la superficie interna delle palpebre e la superficie anteriore del bulbo oculare (“bianco dell’occhio”). Si estende dai margini palpebrali sulla faccia interna delle palpebre (congiuntiva tarsale), poi si piega e riveste i fornici (spazio tra palpebre e bulbo oculare) fino a ricoprire il bulbo oculare (congiuntiva bulbare) tranne che nella porzione corneale, dove non c’è congiuntiva.

La congiuntiva è costituita dall’epitelio (più superficiale), a sua volta composto da diversi strati, e dallo stroma. È poi presente un sistema ghiandolare prevalentemente formato da cellule caliciformi che contengono granuli di mucina e altre ghiandole. La congiuntiva è innervata da filamenti del nervo trigemino. Ha una vascolarizzazione complessa: non solo vi giungono i vasi palpebrali, ma anche quelli muscolari e cigliari anteriori.

A che serve?

La principale funzione della congiuntiva è proteggere esternamente il bulbo oculare, grazie al suo rivestimento. Esistono, inoltre, meccanismi di difesa a livello immunitario mediati dal tessuto congiuntivale.

Cosa bisogna fare se sento gli occhi gonfi e sono molto arrossati?

È molto importante che, ad esempio in presenza dei sintomi di una congiuntivite (come bruciore, prurito, occhio rosso e secrezione), ci rechi a un pronto soccorso o presso un oculista di fiducia. Questo perché le terapie sono differenti a seconda della causa (batterica, virale, allergica) ed eventuali trattamenti fai-da-te errati potrebbero persino determinare complicanze più gravi della malattia.

L’altra causa frequente di occhio rosso è l’emorragia sottocongiuntivale: anche se si vede l’occhio improvvisamente insanguinato senza lesioni esterne, spesso la preoccupazione non corrisponde a un reale pericolo. Di per sé, infatti, non è un fenomeno particolarmente grave per l’occhio: il rossore tende a scomparire spontaneamente in 15 giorni circa. Però è importante controllare la pressione sistemica del sangue arterioso: la causa più frequente di emorragia sottocongiuntivale è l’ipertensione.

Da quali altre malattie può essere colpita la congiuntiva?

Può essere colpita da tumori (come il melanoma): è importante che, in presenza di macchie pigmentate o di neoformazioni, vi rechiate da un oculista per un controllo. Meno gravi sono invece quelle degenerazioni congiuntivali come la pinguecola o lo pterigio, che possono essere causa di arrossamento e fastidio, ma non sono da considerarsi dei tumori. In alcuni casi lo pterigio invade la cornea e determina la necessità di asportarlo chirurgicamente; purtroppo, tuttavia, non è raro che in seguito all’intervento lo pterigio si rigeneri.

Il calazio e l’orzaiolo possono causare una lieve infiammazione della congiuntiva, che il più delle volte guarisce spontaneamente.


Scheda informativa a cura dell’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus
Leggi le condizioni generali di consultazione di questo sito

Pagina pubblicata il 11 aprile 2018. Ultimo aggiornamento: 11 aprile 2018.

Ultima revisione scientifica: 11 aprile 2018.

Contatta l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus

Chiama il numero verde 800-068-506

Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
Scrivi nel Forum: un medico oculista ti risponderà gratuitamente.